NEWGEN VOICE – Lasciatevi prendere dall’entusiasmo

0

Entusiasmo. Entusiasta. Entusiasmante. Ecco una delle parole che preferisco, una parola sorridente e “in movimento”.

ENTUSIASMOMi piace ragionare, pensare al significato delle parole, che noi usiamo inconsapevolmente e che a volte sembrano sono il mezzo, vuoto e senza anima, che utilizziamo per trasmettere un concetto.Inutile dire che per me non è così, le parole sono il concetto, lo incarnano, ci permettono di gustare il sapore del loro significato. Amo le parole.

Come ho accennato prima, oggi pensavo all’entusiasmo, che prima di tutto figura uno stato d’animo. Quel particolare sentire che ci porta all’eccitazione, alla voglia di fare, alla curiosità. Ma è anche qualcosa di più profondo e complicato, l’entusiasmo, per come lo vivo io, è quasi illusione, è affrontare ogni momento con una smodata fiducia, con la convinzione di avere tutto alla nostra portata.

L’etimologia della parola, è a questo proposito emblematica: entusiasmo deriva dal greco [en] dentro [thèos] dio. Il Dio dentro. Quale Dio poco importa. Ecco spiegata la sensazione di eccitazione euforica, la convinzione di essere imbattibili e di poter affrontare qualunque cosa. Il Dio dentro… mi pare una frase bellissima, la parola entusiasmo racchiude in sé una forza che va al di là dell’uomo, una forza più grande, che pervadendo l’umano lo rende più forte, più coraggioso e audace.

Entusiasta è un aggettivo che potrei attribuirmi molto spesso, sono per natura portata a credere nei miei sogni e progetti e ad abbattermi molto di rado. Uno degli errori, che compiamo oggi è quello di nascondere l’entusiasmo, cercare di non manifestarlo, per noi è diventato fondamentale “tenere i piedi per terra” non “fare la parte degli illusi sognatori”. Passiamo più tempo a pensare a “cosa penseranno gli altri se poi non ci riuscirò” piuttosto che a festeggiare le nostre piccole conquiste o a lottare per i nostri desideri. Ma perché invece non pensiamo semplicemente a vivere i sentimenti così come li sentiamo senza paure e limitazioni esterne?