SPORT – Chiusura in bellezza per il Tennistavolo Brescia

0

Il Tennistavolo Brescia batte 4-1 la Fortitudo Bologna nella trasferta dello scorso 11 Maggio e chiude il suo campionato di Serie “A-2” al terzo posto a pari merito, a quota 17 punti con il Torino, sconfitto 0-4 nello scontro diretto per l’accesso in Serie “A-1” contro l’ Este.

far0072prosperini01un0Partita più facile del previsto per le rondinelle che grazie all’assenza del fuoriclasse avversario Niagol Stoyanov, impegnato con la nazionale azzurra nello stage di preparazione in vista dei Mondiali di Parigi, ha avuto la strada spianata verso la vittoria (vittoria che però i bresciani ottennero ugualmente all’andata con la presenza di Stoyanov), nonostante una sconfitta tirata al quinto set di un rinato Paolo Gusmini contro l’esperto Marco Prosperini, ma per merito di una doppietta a testa sia di Szilard Gyorgy (3-0 ad Andalò e 3-1 a Prosperini) che di Nicola Di Fiore (3-0 ad Andalò e 3-2 a Ilyukhin), duo che ha ufficializzato la partenza da Brescia per la prossima stagione per approdare in Serie “A-1” in maglia giallorosa romana.

Nicola e Szilard abbandonano Brescia con dispiacere, lasciando un gran bel ricordo di loro, ma il loro livello tecnico merita senza dubbio di essere ammirato nella serie superiore. Per Brescia quindi si chiude una stagione di alto livello, giocata non sempre al massimo, ma sempre con grande impegno da parte di tutti e questo si evince dalle parole del Team Manager Francesco De Petra, il quale dice: “L’unica vero rammarico è non aver mai avuto al top della forma tutti e quattro i miei giocatori nei momenti topici del campionato, in particolar modo Nicola Di Fiore e Paolo Gusmini, è stato un peccato, ma il loro impegno è stato massimo e qui li voglio ringraziare, per la professionalità dimostrata e per il loro attaccamento alla maglia che mai è venuto meno, soprattutto nei momenti difficili; con un po’ più di fortuna e con meno interruzioni del campionato, la classifica secondo me sarebbe stata diversa e come vedete non è un caso che “Szilly” e “Nick” ora vadano a giocare in un club di “A-1”, grazie anche a Simone Cini che nonostante le poche partite disputate ha dimostrato di essere un uomo-squadra. Per quanto riguarda noi ora lavoriamo per il prossimo futuro, ripartendo da un punto fermo: Paolino Gusmini che ha dimostrato di valere tanto, ma che ha bisogno di maggiore continuità. Siamo già al lavoro per creare un altro gruppo solido che abbia delle chances maggiori di tornare in A-1, una serie che ricordiamo abbiamo lasciato tre anni fa dopo quattro stagioni giocate al top. Detto sinceramente, quest’anno è stato un piacere giocare con questa squadra e voglio continuare con questo trend. Grazie a tutti!”