MONZA – Lorenzo Zanetti fa l'impresa: terzo con moto e fisico "rotti"

0

Lorenzo Zanetti ha ottenuto il terzo posto assoluto e fatto segnare il giro più veloce della gara disputatasi a Monza domenica scorsa e valevole per il mondiale Supersport. Ben quattro partenze sono state necessarie per la gara, dal momento che le prime tre sono state interrotte da altrettante bandiere rosse.

Lorenzo Zanetti MonzaIl bresciano è stato coinvolto in due cadute di cui non aveva alcuna colpa: nella prima per un contatto con il britannico Lowes, cadutogli davanti, nella seconda centrato invece, subito dopo la partenza, da un pilota arrivato a una velocità impossibile da sostenere, chiaramente derivata da un errore di valutazione nella frenata, che ha causato una carambola impressionante. Da tutte le cadute chi ci ha rimesso è stato il compagno di squadra di Zanetti, l’olandese De Mark che si è procurato ben quattro microfratture al piede destro non prendendo il via nella quarta partenza. Anche  Zanetti fino all’ultimo è stato in dubbio.

Le cadute hanno lasciato il segno sul 26enne pilota del Pata Honda Supersport Team Siamo: sul fisico con un forte dolore alla schiena e sulla moto, interamente rifatta dal team. Nella prima caduta si era staccata la pedana appoggia piedi dal telaio, mentre nella seconda è stato il motore a risentirne. Con una  moto dal set up diverso da quella abituale, le sensazioni sono state ovviamente diverse, ma per il pilota valgobbino non è stato un grosso problema. “Non posso chiedere di più in una giornata come oggi – ha dichiarato Zanetti.- Con due cadute e la moto distrutta non pensavo proprio di ripartire.

Con i  dolori al fisico ero veramente cotto. Dalla clinica mobile il fisico mi è stato rimesso in forma dal dottor Costa, il mago dei dottori dei motociclisti, che mi ha rimesso in piedi mentre i miei meccanici hanno fatto un lavoro che dire fantastico è riduttivo. Un poco di rabbia  mi è rimasta dal momento che nell’ultimo giro sentivo di averne a sufficienza per vincere la gara. Sono comunque  tornato sul podio dopo due anni e questo è una grande soddisfazione”. Dopo una serie di sorpassi e controsorpassi, con il gioco di scie che caratterizzano le gare di Monza, alla curva della Roggia all’ultimo giro il francese Marino con la Kawasaski alla fine secondo, in un tentativo di sorpasso, duro e aggressivo, non ha ottenuto alcun beneficio, ma ha stoppato il bresciano e favorito Lowes che ha acquisito un margine non recuperabile. Ora Zanetti occupa la quinta posizione del mondiale guidato da Lowes. Prossimo appuntamento a Donington in Gran Bretagna il 25 e 26 maggio.