FLERO – “La nostra Africa” con Alberto Zacchi a palazzo Loda

0

“Amref festival”, organizzato dalla polisportiva “Euplo Natali”, continua venerdì 17 maggio alle ore 20,45 con lo spettacolo teatrale “La Nostra Africa… il Sogno ” di e con Alberto Zacchi, accompagnato musicalmente dai Gioomarabica. Questa volta l’iniziativa, organizzata con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Flero, si trasferisce a palazzo Loda, paese natale dell’attore e autore.

La nostra Africa FleroLo spettacolo teatrale parte dalle povertà e dalle miserie dell’Africa per arrivare al dolore e allo sdegno per la strage di Piazza della Loggia del 1974. Nato nel 2007, per l’inaugurazione della costruzione di un acquedotto in Kenia, intitolato alle vittime di piazza della Loggia, lo spettacolo di  Alberto Zacchi viene riproposto in occasione della presentazione del nuovo progetto della polisportiva per sostenere Amref: “8 pozzi per l’Africa” dedicato appunto alle vittime della strage.

Alberto Zacchi attore, scrittore e poeta flerese, nasce artisticamente  con la poesia dialettale nel 2000 e i primi versi sono per l’amico Giuseppe Casotti della Compagnia Stringhino. Un susseguirsi di fortunate combinazioni porta le parole scritte ad essere pubblicate e nascono così le raccolte come “Quàter ciàcole cól Signur”, “Amur e passiènsa” , “La sepia e ‘l porsèl”, tanto per citarne alcune. In seguito sono stati rappresentati alcuni lavori in teatro,  su temi riguardanti il lavoro, l’acqua o argomenti sacri come “L’altra Via crucis” o “la Passione”, temi duri e difficili come “L’olocausto”, “Il silenzio, aria ombre e polver”. Tutto ciò fa di Alberto Zacchi un artista completo, che riesce  a spaziare dalla lingua italiana al dialetto bresciano utilizzando sempre il respiro del cuore.

Alberto Zacchi è attore, poeta e narratore, nonchè vincitore di numerosi premi, anche fuori provincia, dal “Vers e Us” di Lumezzane al Premio Vigonza (Pd) fino al primo posto del concorso di poesia sacra  “San Faustino e Giovita” del 2012. Ma Alberto Zacchi è impegnato anche nel sociale e oltre a recitare per l’associazione “Agemo 18 Onlus” nella quale è presente in prima persona, recita anche per Amref, infatti è stato (e lo è ancora) il primo testimonial per conto della polisportiva Euplo Natali.