RODENGO SAIANO – Avis e Comune insieme per la solidarietà tra i giovani

0

Lo scorso martedì 7 maggio a Rodengo Saiano ha riscosso notevole successo la serata dedicata a far scoprire ai giovani l’importanza di un gesto come quello di donare il proprio sangue.

Una iniziativa che si è tenuta in un locale del centro e che è stata organizzata in stretta collaborazione dalla sezione locale dell’Avis e dal Comune di Rodengo Saiano.CA63MF0SCAHJN8COCAXZR7ZFCAGR7FGPCA52014JCA4MFEKECAEHM02KCAO2113NCAOJKBERCAB05F08CAPPBLHOCATK9EV4CAJ51MSCCAREY8A6CAND6N04CAHKHCJDCA1B779FCAHSF9FH

Ai giovani presenti il presidente dell’Avis franciacortina, Pierangelo Spioppetti, il sindaco Giuseppe Andreoli e gli assessori alle politiche giovanili, Nicola Bono, e ai servizi sociali, Arturo Albertini, hanno illustrato il valore assoluto di un atto di grande solidarietà che per molte persone significa la possibilità di continuare a vivere.

Una decisione che non solo non richiede particolari sacrifici (se non l’incontro, del tutto indolore, di pochi istanti con l’ago) a chi la mette in pratica, ma rappresenta addirittura un efficace sistema di controllo delle proprie condizioni di salute: “Anche noi – ha raccontato il sindaco Andreoli e l’assessore Bono – siamo donatori e siamo orgogliosi di esserlo.

Senza dubbio per noi si tratta di un piccolo gesto, che, però, può diventare un aiuto prezioso per tante persone che ne hanno bisogno. Donare sangue con l’Avis, inoltre, vuol dire farlo sotto stretto controllo medico e quindi sempre nella massima sicurezza.

E’ con questa convinzione che abbiamo voluto organizzare questo incontro per cercare di far conoscere l’argomento a tanti giovani di Rodengo Saiano e coinvolgerli in quello che, ne siamo certi, è un modo particolarmente concreto ed efficace di costruire un futuro migliore”.

Sono stati in effetti diversi i giovani che alla fine della bella serata, che ha alternato momenti di discussione ed analisi ad altri ricchi di musica ed allegria, hanno fatto capire di volerne sapere di più dell’argomento, così da conoscere veramente da vicino una realtà benemerita come le donazioni di sangue.