CASTEL MELLA – Madre e figlio cadono in acqua, il piccolo muore

0

Non c’è l’ha fatta il piccolo Ranjha Mohammed Jazib, il bimbo di quasi due anni scivolato questa mattina nel fiume Mella. Sono stati inutili i tentativi di salvarlo dei medici del 118, che hanno anche provato il trasporto disperato al Civile in eliambulanza. Il piccolo è stato dichiarato morto attorno alle 12.30. Anche la mamma 26enne, ricoverata all’Ospedale Civile, è gravissima.

tragediaSembra finalmente chiara la dinamica dell’incidente che si è trasformato in tragedia. Questa mattina madre i figlio insieme alla sorelle 17enne di lei, stavano camminando lungo un sentiero che costeggia il Mella che da Fornaci (dove risiede la famiglia) conduce a Castel Mella, quando il piccolo scivolando è caduto in acqua. La madre si è immediatamente tuffata per cercare di salvarlo, ma è stata trascinata dalle acque rese più tumultuose dalle recenti e abbondanti piogge. La giovane che li accompagnava ha cercato di trascinarli fuori dal fiume, ma non ci è riuscieta e non ha potuto fare altro che seguire dalla riva i corpi trascinati dalle acque. Solo allora alcuni passanti si sono accorti di quello che stava accadendo e hanno dato l’allarme. I Vigili del Fuoco sono accorsi tempestivamente, ma i corpi sono stati trascinati dalle acque per più di un chilometro prima che si rendesse possibile recuperarli. Immediatato anche l’arrivo dei carabinieri e dell’elioambulanza del 118. Purtroppo, per il piccolo Mohammed era troppo tardi, mentre la madre lotta tra la vita e la morte.

Secondo alcune testimonianze, la piccola famigliola percorreva abitualmente quel sentiero, perché la giovane aveva paura del traffico per il figlioletto.

La sorella è ora ricoverata alla Poliambualnza di Brescia perché sotto shock, assistita da due fratelli, mentre il padre di Mohammed è in Pakistan.