BRESCIA – I Legnanesi in ‘Lasciate che i pendolari vengano a me’

0

Venerdì 17 maggio alle 21, sabato 18 alla stessa ora e domenica 19 alle 16.30 al Palabrescia andrà in scena ‘Lasciate che i pendolari vengano a me’ di Felice Musazzi e Antonio Provasio, con lo stesso Antonio Provasio, Enrico Dalceri e Luigi Campisi.

legnanesiIl titolo dell’opera riprende quello di una rivista ricevuta in eredità da Felice Musazzi ma i contenuti sono inediti. Restano invece invariati i protagonisti, ormai entrati nella tradizione ed amati dal pubblico, la Teresa, Mabilia e Giovanni, e l’ambientazione, ovvero il consueto cortile, che è il regno delle donne, ma anche dei ragazzi, teatro di amori e i litigi, di invidie e dei problemi quotidiani. Un cortile però in cui tutti questi sentimenti coesistono in armonia ed in serenità.

Anche questa volta i tre strepitosi protagonisti, Antonio Provasio in Teresa, Enrico Dalceri in Mabilia e Luigi Campisi in Giovanni, racconteranno le loro vicende quotidiane, universali, semplici ma profonde allo stesso tempo, con uno sguardo sempre attento e acuto all’attualità con quella vis comica che li contraddistingue. In questo spettacolo, la famiglia Colombo scoprirà, nello specifico, un portentoso elisir di lunga vita, che sembra destinato a cambiare, per sempre, le sue misere finanze. Ma ogni sogno di ricchezza svanirà presto e, per arrivare a fine mese, i tre saranno costretti a lavorare in un call center fuori città e a sperimentare la dura vita del pendolare.

Da oltre sessant’anni I Legnanesi entusiasmano spettatori di tutte le età grazie alla loro singolare miscela di italiano e dialetto lombardo,  un ‘italiandialetto’ che ha conquistato, oltre alla stima dei critici teatrali, anche il pubblico di altre Regioni. Il segreto del loro successo sta in un modo di recitare spontaneo e genuino, capace di far rivivere la tradizione della vita del cortile a chi l’ha vissuta e di raccontarla agli spettatori più giovani attraverso una comicità pulita, senza volgarità, che descrive la vita della gente comune.

Il prezzo del biglietto è di 46 euro per il primo ordine, 33 euro per il secondo ordine, 28 euro per il terzo ordine, 20 euro per il quarto ordine, somma a cui deve aggiungersi il prezzo della prevendita. I gruppo, gli under 14 e gli over 65 possono usufruire di riduzioni.