RODENGO SAIANO – Nuovo bando regionale per i lavoratori in difficoltà

0

Sul sito internet è presente il nuovo bando con cui Regione Lombardia intende rafforzare le politiche di reimpiego dei lavoratori  in difficoltà occupazionale.CATSPW0ZCA2UBGBKCAT1OWZ6CASS98RTCA5RHXQJCABGV12GCAYL6IM1CAJI247FCAOJJ2AUCADQ9P32CA18CK4QCA03QH1ZCAM58RCBCAFT0I96CAZAW9DACA96U7VPCAS28NWVCA0KBSQB

Ce ne parla l’assessore alle attività produttive e al commercio del comune di Rodengo Saiano Nicola Bono confermandoci che: “moltissimi nostri concittadini stanno vivendo situazioni di particolare difficoltà. Tutti i soggetti devono fare la loro parte. Questo è il caso della Regione Lombardia ma in altri casi si  è fatta protagonista la Provincia di Brescia. E il comune di Rodengo Saiano non perde un istante per pubblicizzare tutte le iniziative che a nostro parere possano  aiutare chi ne ha veramente bisogno”.

Possono presentare la  domanda per accedere all’attivazione del Voucher di Conciliazione Servizi alla Persona i residenti e/o domiciliati sul territorio lombardo che abbiano sottoscritto un contratto di lavoro subordinato, sia full che part-time, a partire dall’1 luglio 2012 la cui durata residua – al momento della presentazione della domanda del Voucher – non sia inferiore a tre mesi e che si trovavano, al momento della sottoscrizione del contratto, in una delle seguenti situazioni:

• non occupati da almeno 6 mesi;

• iscritti alla mobilità ordinaria ex l.n.236/93, n.223/91 o percettore di mobilità in deroga alla normativa vigente (da ora in avanti “mobilità in deroga”);

• percettori dote lavoro ricollocazione – percorso inserimento lavorativo – nell’anno 2012 o 2013; oppure

– percettori di dote lavoro ricollocazione – percorso auto imprenditorialità – nell’anno 2012 o 2013 – che abbiano avviato un’attività di lavoro autonomo a partire dall’1 luglio 2012.

Oltre a quanto sopra indicato, i soggetti destinatari dei Voucher dovranno trovarsi in una delle seguenti situazioni di necessità :

– avere figli a carico nell’età compresa tra 3 mesi e 14 anni (compresi i minori adottati o affidati conviventi);

– trovarsi nella condizione di dover assistere persona con handicap in situazione di gravità, coniuge, parente o affine entro il secondo grado, ovvero entro il terzo grado qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i 65 anni di età, oppure siano anche essi stessi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti (ex l.104/1992 art.ii 3 e 33).

“L’entità del Voucher – precisa l’assessore Nicola Bono – è valorizzata per un massimo di 1.600 euro. La domanda di partecipazione deve essere presentata a partire dalle ore 12 del giorno 23 maggio 2013 e non oltre le ore 12 del giorno 30 novembre 2013, salvo esaurimento delle risorse stanziate”.