GARDA (VR) – Autobus ad hoc per sera? Tre Comuni del Garda non lo vogliono

0

Nei giorni scorsi la Provincia di Verona, Atv ed i Comuni della sponda veronese del Garda hanno avviato un dialogo avente ad oggetto il servizio di bus serale per la stagione estiva, da giugno a settembre.

In modo particolare, il servizio di autobus collega la Riviera degli Ulivi sino a Malcesine. Gli operatori turistici, tra cui Federalberghi Garda Veneto, hanno espresso parere favorevole rispetto all’iniziativa e sulla stessa Garda buslunghezza d’onda s’è posto Gualtiero Mazzi, l’assessore provinciale ai Trasporti, che ha convocato i vertici dell’Atv e gli amministratori comunali per verificare la fattibilità del progetto. Di contrario avviso, invece, i Comuni di Garda, Castelnuovo e Peschiera, che si sono discostati dall’opinione degli altri Comuni interessati. Tommaso Bertoncelli, consigliere co delegato al Turismo di Brenzone, ha spiegato che il servizio di bus serale lo scorso anno è stato molto apprezzato dai turisti e, pertanto, si tratta di un’iniziativa che merita d’essere ripetuta. Ha inoltre auspicato una volontà in tal senso unanime di tutti i paesi coinvolti, ma nel corso dell’incontro convocato da Mazzi sono emerse posizioni differenti e divergenti.

Come ha spiegato Mazzi, fino ad ora hanno detto sì al progetto Malcesine, Brenzone, Torri, Lazise e Bardolino; Castelnuovo e Peschiera non si sono ancora espressi in merito mentre Garda ha già manifestato il proprio dissenso. L’assessore s’è detto rammaricato delle intenzioni del Comune di Garda, sottolineando come il bus estivo porti grandi vantaggi a livello economico. Ha ricordato che rispetto allo scorso anno la spesa a carico dei Comuni sarebbe dimezzata, passando dai 9mila euro del 2012 ai 5mila chiesti per il 2013. Oltre al minor costo del servizio, Mazzi ha insistito anche sui risultati positivi raggiunti lo scorso anno. A ciò si aggiunga che ove i soldi raccolti non bastassero, la Provincia si farebbe carico dell’eventuale spesa residuale.

Se i tre Comuni che mancano all’appello decidessero di non aderire al progetto, tuttavia, sarebbe necessario rivalutare il tutto.