VIONE – Frana dalla Val Canè, arriva un aiuto da 300 mila euro

0

Il Comune di Vione da tempo aveva segnalato il dissesto lungo il versante destro della Val Canè, ma le intense piogge degli ultimi giorni hanno peggiorato la situazione, tant’è che Mauto Testini, il primo cittadino, in seguito ad un sopralluogo della Protezione civile, si era visto costretto a reiterare l’ordinanza che sospende la circolazione al traffico veicolare e pedonale sul tratto di strada comunale dal bivio con via Scaletta al confine con Temù, sulle strade comunali di Sobra e della Segheria.

Vione franaNei giorni scorsi, però, sono intervenuti nuovi distacchi di materiale roccioso e così il sindaco ha contattato Regione, Comunità Montana, Provincia, Ministero dell’Ambiente, Prefettura, Parco dello Stelvio, Associazione Comuni bresciani e Uncem per segnalare la situazione di pericolo.

Grazie ad un contributo straordinario del parco dello Stelvio, nei prossimi giorni verranno posate reti paramassi, anche se per risolvere il dissesto sarebbero necessarie altre opere, il cui costo si aggirerebbe attorno ai 300mila euro.