LUMEZZANE – Gli avieri festeggiano 40 anni, il programma di eventi

0

Tre feste in una per l’Associazione Arma Aeronautica di Lumezzane. La sezione intitolata ad Albino Scarpella ha predisposto una ricca locandina in occasione del raduno provinciale e del 40esimo anno di fondazione del gruppo locale. Il primo appuntamento sarà per sabato 18 maggio quando si aprirà il sipario del teatro Odeon di Lumezzane dove, alle ore 20,30, la banda cittadina di Sant’Apollonio diretta dal maestro Giuseppe Orizio allieterà i presenti e introdurrà alla presentazione del libro “Orizzonti Azzurri Appendice” scritto da Enzo Saleri.

Monumento agli avieri. Sotto sarà la sede
Monumento agli avieri. Sotto sarà la sede

La serata si chiuderà con un breve filmato con il commento di un ufficiale del 6° Stormo di Ghedi. Il clou domenica 19 con il ritrovo, alle 8,30, in piazza Giovanni Paolo II dove il direttivo dell’Arma, insieme al sindaco Silverio Vivenzi, riceverà autorità civili, militari, soci e simpatizzanti. Alle 9,30 è previsto l’arrivo dell’elicottero guidato da Angelo Ziliani con a bordo la statua della Madonna di Loreto, patrona degli avieri. Seguirà il corteo verso il monumento ai caduti dove sarà deposta una corona d’alloro, poi la sfilata con la fanfara della 1° R. A. e della banda cittadina di San Sebastiano.

Nella Chiesa parrocchiale di San Sebastiano ci sarà la messa con la partecipazione del Gruppo Artistico Musicale Parrocchiale. Dopo la cerimonia religiosa il corteo si porterà verso il monumento dove, sotto l’imponente aereo, è stata ricavata la nuova sede degli avieri. L’alzabandiera, la posa delle pergamene e i discorsi ufficiali precederanno la benedizione e il taglio del nastro dei locali che d’ora in avanti ospiteranno il direttivo e i soci dell’associazione che quest’anno celebra i suoi 40 anni di fondazione.

Nella struttura attigua alla sede è allestita una mostra statica attinente alle attività della sezione che, nell’occasione, ospiterà anche il raduno regionale. Dunque più di un motivo per festeggiare. L’associazione guidata da Armando Abbiatici negli ultimi anni ha realizzato il monumento rimettendo a nuovo un aereo in disuso ben visibile all’imbocco della città valgobbina. Da tempo i soci volontari si dedicano, nel tempo libero, alla nuova sede i cui lavori sono terminati da poco. D’obbligo l’inaugurazione in concomitanza con il raduno regionale e i 40 anni di vita del sodalizio.