LOZIO – Paura per il sindaco Giorgi sequestrato e picchiato

0

Vittima del fatto di cronaca è Antonio Giorgi, il sindaco del Comune di Lozio, che l’altra notte, mentre dormiva nella sua casa in località Camerala, è stato svegliato da urla e rumori provenienti dall’esterno, causati da un rumeno di 25 anni residente a Gianico.

Sindaco Giorgi LozioGiorgi è rimasto in balia del suo aggressore per circa due ore, minacciato con un coltello e dolorante per le botte. Il suo aguzzino lo ha spinto all’interno della sua abitazione, senza motivo, ha scatenato una follia violenta contro il sindaco. Il ragazzo rumeno già domenica pomeriggio, in compagnia di amici, si era recato nei pressi dell’abitazione di Giorgi e gli aveva parlato, per poi riprestarsi, dando in escandescenza, attorno alle 3.30, minacciando e malmenando il sindaco. Nel tentativo di calmarlo, il primo cittadino loziese lo ha portato in casa, ma il ragazzo ha rincarato la dose, afferrando un coltello trovato nell’abitazione e tornando a malmenarlo. Nel tentativo di difendersi, Giorgi ha riportato ferite da arma da taglio alle mani ed al volto.

Il ragazzo ha poi distrutto una serie di oggetti presenti nella residenza, ma un amico di Giorgi, ospitato in casa, sentendo il trambusto ha chiamato i Carabinieri. Poco dopo le 5.30, sono giunti sul posto gli uomini dell’Arma di Borno e hanno prelevato il rumeno per accompagnarlo in caserma e poi al Tribunale di Brescia, dove è stato giudicato con rito direttissimo.

Giorgi è stato invece accompagnato al pronto soccorso, dove gli sono state riscontrare contusioni e ferite su tutto il corpo.