ORZINUOVI – “Sorelle bandiere” festa tra dolcezza e solidarietà

0

Chissà a chi, come e quando è venuta per la prima volta l’idea di farsi una bandiera.

Chissà come è stato che la bandiera ad un certo punto della storia dell’umanità è diventata il simbolo di quello che più si ama e più si odia,  è diventata il segno che da un lato dice la nostra appartenenza a qualcosa e dall’altro è diventata invece il segno della negazione  di chi non è come noi, di chi ha altre appartenenze.

BandiereE’ partendo da questo semplice ragionamento che l’Associazione “Dimaù – Diversi ma Uguali” ha deciso di chiamare “SORELLE BANDIERE” la propria “Festa di Maggio” fissata per domani pomeriggio presso i giardini pubblici di Orzinuovi dalle 15 in poi. Centro dell’iniziativa sarà un laboratorio di pittura, organizzato e condotto in collaborazione con il “Laboratorio d’arte Marmellata”, attraverso il quale piccoli e grandi potranno costruire la loro bandiera, non la bandiera della squadra di calcio o del paese di provenienza, ma la bandiera che lo rappresenta, la bandiera  del paese che vorrebbe, della su isola incantata, del suo castello con i ponti sempre spalancati per gli amici. Insomma, una bandiera che tutti, guardandola, possano dire: è anche la mia.

Tante  bandiere siano tanti tasselli, ognuno diverso, perché ognuno di noi è diverso, di un’unica grande bandiera in cui ognuno può riconoscersi perché, sia pure con molta fatica e molto impegno alle volte, sa riconoscere l’altro.

Le bandiere realizzate saranno affisse tutte intorno alle cancellate dei giardini pubblici di Orzinuovi, che diventeranno così per qualche ora il luogo dove il sogno di amicizia e uguaglianza può diventare reale.

Con “Dimaù – Diversi ma uguali” collaborano il Centro Diurno Anziani e l’associazione TanaLiberiTutti. L’iniziativa è patrocinata dalla Amministrazione Comunale.