CAPO DI PONTE – Estorsione: 22enne in manette

0

Per estorcere denaro ricorreva ad un bastone ed alla benzina, minacciando botte ed incendi: un marocchino di 22 anni, residente a Braone, aveva individuato la sua vittima in un artigiano 43enne di Capo di Ponte che inizialmente aveva negato al marocchino richieste di piccoli prestiti e poi era finito con l’essere minacciato. “Se non mi presti i soldi ti prendo a bastonate e ti incendio l’auto”.

Spaventato, l’artigiano aveva ceduto alle minacce e aveva dato al marocchino 300 euro a gennaio e altrettanti nel mese di febbraio, 400 nel mese di marzo. Poi, nel mese di aprile, a fronte dell’ennesima richiesta di 500 euro, l’artigiano si è rivolto ai Carabinieri di Capo di Ponte per raccontare loro l’accaduto. I militari, ben nascosti, hanno quindi preso parte all’incontro fra i due, fissato per domenica 28 aprile a Ceto, nel parcheggio lungo via Nazionale. Una volta ricevuta la busta coi soldi, il marocchino, indispettito, ha cercato di allontanarsi a bordo della sua auto, ma immediatamente è stato bloccato dai Carabinieri. Il denaro è stato restituito al legittimo proprietario.