LUMEZZANE – Grande vittoria del Lume che rifila tre gol al Treviso

0

LUMEZZANE – TREVISO 3-0
RETI: 27′ pt Ceppelini, 13′ e 30′ st Kirilov

LUMEZZANE (4-3-1-2): Vigorito; Carlini (31′ st Meola), Mandelli, Dametto, Possenti; Ceppelini, Marcolini, Dadson; Baraye, (25′ st Giorico), Kirilov (33′ st Galuppini); Inglese. (Coletta, Zamparo, Peli, Torregrossa). All: Santini

TREVISO (4-3-3): Tonozzi; Brunetti (1′ Kyeremateng), Zammuto, Stendardo, Piccioni; Semenzato, Musso (19′ st Burato), Fortunato, Spinosa (33′ st Cernuto); Semenzato, Strizzolo, Madiotto. (Merlano, Di Girolamo, Beccia, Allegretti). All: Bosi

ARBITRO: Morreale di Roma
AMMONITI: Brunetti, Inglese, Baraye, Strizzolo, Piccioni, Kirilov
ESPULSI: al 47′ st Fortunato per gioco pericoloso
ANGOLI: 5-2 per il Lumezzane
RECUPERO: 3′ e 4′

Logo Lume CalcioDopo due mesi e mezzo il Lumezzane torna alla vittoria – primo successo della gestione Santini – e lo fa proprio in occasione della gara da non sbagliare, quella contro il Treviso che è impegnato nella disperata lotta per raggiungere i play out. Decisivi il primo gol in maglia Lumezzane di Ceppelini ed il raddoppio di Kirilov. Buona partenza da parte degli uomini in rossoblù che tengono il pallino del gioco sin dai primi istanti. Bella l’iniziativa di Possenti che al 17′ prova la conclusione dal vertice sinistro dell’area: palla alta sulla traversa. Si gioca a senso unico.

E infatti al 27′ il Lume sblocca il risultato: Baraye recupera un gran pallone al limite dell’area e apre sulla destra per Ceppelini che lasciato solo in area non sbaglia l’appuntamento con il gol. E’ un monologo rossoblù. Al 31′ la squadra di casa si rende pericolosa con una punizione dalla trequarti di Inglese. Un minuto dopo Tonozzi alza sulla traversa una conclusione dalla destra di Marcolini. Al 40′ c’è il tempo per vedere un diagonale di Kirilov che però si spegne a lato prima di assistere ad una gran conclusione di Stendardo sulla quale è prontissimo (al 42′) Vigorito.

Il Lume, che per approfittare degli ampi spazi lasciati dal Treviso tutto proiettato in avanti agisce ora in ripartenza, chiude di fatto i giochi quando Kirilov scatta dalle retrovie e sul filo del fuorigioco raccoglie un colpo di testa di Baraye, nei panni di assist-man, del quale approfitta per scartare anche il portiere e depositare in rete.

Al 19′, contropiede fulminante sull’asse Baraye-Inglese, ma quest’ultimo a tu per tu con Tonozzi colpisce solo il palo. Al 26′ l’azione più pericolosa del Treviso con un diagonale di Piccioni di poco fuori. Un fuoco di paglia prima del tris targato Lumezzane: è ancora Kirilov a impacchettare il risultato e a regalare il sospiro di sollievo definitivo alla squadra di Santini.

SANTINI: “DATEMI LA LAUREA AD HONOREM IN PSICOLOGIA”
Nella sala stampa del Comunale si respira l’aria dei giorni buoni dopo la vittoria con il Treviso. Un successo che peraltro coincide con il primo tra i “prof” per mister Santini: “Mi fa piacere – dice l’allenatore – ma più che altro sono felice per quella che è stata la risposta della squadra. Non ho il patentino di allenatore, ma in questo momento – scherza – penso che dovrebbero darmi la laurea ad honorem in psicologia: la settimana che abbiamo passato è stata molto dura e ho dovuto lavorare praticamente solo e soltanto sulle teste”. Alla fine: “Resta la soddisfazione per la bella prova con il Treviso, ma anche tanto rammarico perché si sono riviste le grandi qualità di una squadra che avrebbe potuto davvero fare un campionato diverso. Ora, teniamo la concentrazione: l’obiettivo è la qualificazione alla Tim cup”.