LUMEZZANE – “Pantani” all’Odeon, in scena il mistero della morte

0

Martedì 30 aprile alle ore 20,45, al teatro Odeon di Lumezzane, arriva “Pantani”, una coproduzione internazionale di Teatro delle Albe – Ravenna Teatro con Le manège.mons – Scène Transfrontalière de création et de diffusion asbl (Belgio). Il 14 febbraio del 2004 il ciclista Marco Pantani viene ritrovato senza vita in un residence di Rimini. Aveva appena compiuto 34 anni. Dopo i trionfi al Giro d’Italia e al Tour de France, le accuse di doping a Madonna di Campiglio (rivelatesi poi infondate) lo hanno condotto a un lento ma inevitabile crollo psicologico, fino a una morte forse tragicamente annunciata.

Spettacolo Pantani OdeonIl lavoro di scrittura e di regia di Marco Martinelli, direttore artistico del Teatro delle Albe, affonda nelle viscere dei nostri giorni e della società di massa che chiede sacrifici e capri espiatori. Attorno alle figure di Tonina e Paolo, i genitori di Marco, che ancora oggi stanno chiedendo giustizia per la memoria infangata del figlio, va in scena una veglia onirica affollata di personaggi che come un rito antico ripercorre le imprese dell’eroe.

“Non lo so quello che è successo a Madonna di Campiglio, ma scoprirò la verità. Pagherò se c’è bisogno, ma lo verrò a sapere, perché è là che gli è piombata addosso la vergogna, e di quello è morto” dice la mamma Tonina Pantani. In una dimensione che intreccia teatro e romanzo, poesia corale e inchiesta giornalistica, archetipi romagnoli e deformazioni della comunicazione di massa, si guarda alla parabola del campione attraversando tutta la complessità di un’epoca sublime e crudele che si esercita senza pudore e senza vergogna.

La messinscena diventa un affresco sull’Italia degli ultimi trent’anni, una riflessione sulla società malata di delirio televisivo e mediatico, affannata a creare e distruggere incessantemente i suoi divi di plastica, ma anche capace di mettere alla gogna i suoi eroi di carne, veri. Come Marco Pantani da Cesenatico, lo scalatore che veniva dal mare. In scena Alessandro Argnani, Francesco Catacchio, Luigi Dadina, Fagio, Roberto Magnani, Michela Marangoni, Ermanna Montanari, Francesco Mormino e Laura Redaelli. Gli itinerari in Romagna sono di Luigi Dadina, la fisarmonica e le musiche di Simone Zanchini. Cante romagnole di Michela Marangoni e Laura Redaelli.

“Pantani” è proposto nell’ambito della stagione del teatro Odeon 2012-13 promossa dall’assessorato alla Cultura di Lumezzane, che si chiuderà il 14 giugno con la serata lirica “Traviata” dedicata al tenore Giacinto Prandelli nel terzo anniversario della scomparsa. L’ingresso è di 20 euro, ridotto 17 e ci sono ancora posti disponibili. La biglietteria del teatro sarà aperta dalle ore 18,30 alle 19,30 per le ultime prevendite. A Brescia i biglietti sono alla Punto Einaudi di via Pace negli orari di apertura della libreria. Lo spettacolo dura 3 ore con un intervallo di 15 minuti.