ANGOLO TERME – 25 aprile, manifesto nostalgico

0

Prima della celebrazione della festa delle liberazione, in paese è stato appeso un manifesto revisionista dal seguente tenore: “XXV aprile: una festa non di tutti ma di alcuni che hanno scritto la storia che piaceva a loro e da 70 anni, vigili, reprimono chi solo la pensa diversamente. Vecchio partigiano non potrai cancellare seicento giorni di repubblica sociale”.

È successo nel Comune di Angolo Terme dove nella notte tra il 24 ed il 25 aprile, sui monumenti ai caduti e nella piazza del municipio, dove era in programma la commemorazione ufficiale, sono stati apposti volantini nostalgici. Una provocazione scritta da mano anonima. Prima della manifestazione, i volantini sono stati rimossi dalla Polizia locale e da alcuni assessori del Comune di Angolo.