MALCESINE – Tragedia sulla Gardesana, muore un centauro

0

Il 25 aprile, giorno della festa della Liberazione, il Garda ha registrato un incidente mortale: un centauro di 62 anni ha perso il controllo della sua moto, forse a causa di un’improvvisa frenata, e, schiantandosi contro un’auto, una Megan Scenic Renault, che proveniva dalla direzione opposta, ha perso la vita.

L’impatto è stato violentissimo e per l’uomo, morto sul colpo, non c’è stato nulla da fare. Lo schianto si è verificato attorno alle 15.20, poco prima della galleria di Navene tra Malcesine e Riva del Garda ed ha Malcesine vittime della stradacagionato disagi al traffico: la strada è rimasta chiusa per tre ore e le auto sono state deviate sulle strade laterali. Vittima dell’accaduto Attilio Galliani, residente a Bussero, nell’est milanese, che per il giorno di festa voleva girare tutto il lago di Garda a bordo della sua moto, insieme ad alcuni amici biker, come emerge dallo stato inserito la sera precedente sul suo profilo facebook. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, allertati da un altro centauro, e l’elicottero di Verona emergenza: al loro arrivo, però, non c’era già più nulla da fare.

L’uomo a bordo della Megan Scenic coinvolta nell’impatto è rimasto lievemente ferito, ma ad avere la peggio è stato il centauro che, come raccontano i testimoni dell’incidente, è volato per una decina di metri, rovinando al suolo e perdendo immediatamente la vita a causa dei numerosi traumi riportati nella caduta. Sul posto è arrivata anche una pattuglia della Polizia stradale di Bardolino e una dei Carabinieri di Caprino, che ha regolato il traffico nelle due direzioni opposte.

Lo stesso giorno è stato motivo di lutto anche per un’altra famiglia: in Trentino, infatti, un’altra vittima della strada. Enrico Benetti, 50enne di San Martino Buon Albergo, si trovava in sella alla sua moto di grossa cilindrata quando, nel Comune di Centa San Nicolò, ne ha perso il controllo, finendo contro il guard rail e sbalzando dalla sella fino a cadere in una scarpata. L’uomo lascia la moglie ed un bimbo di soli tre anni. Continua a salire il numero delle vittime della strada.