LONATO – Quinto incontro sulla raccolta porta a porta il 30 aprile

0

Tante le domande e curiosità raccolte durante i quattro incontri già avvenuti nelle frazioni e nel centro di Lonato del Garda, su proposta dell’Assessorato all’Ecologia del Comune lonatese che, in collaborazione con la società municipalizzata Garda Uno di Padenghe, hanno incontrato nel mese di aprile i residenti lonatesi per spiegare la modalità di raccolta rifiuti porta a porta. Il nuovo servizio, dal 6 maggio prossimo, interesserà le zone della città a sud dell’autostrada A4, quindi le frazioni di Centenaro e Castelvenzago, Esenta, Malocco, San Tomaso, San Polo, Cominello, Brodena e Campagna di Lonato.

Assessore Nicola Bianchi_Ecologia Lonato
L’Assessore all’Ecologia Nicola Bianchi

Vista la numerosa partecipazione da parte dei residenti lonatesi a tutte le serate organizzate nelle varie località, il Comune ha ritenuto opportuno organizzare un altro incontro informativo, che si terrà il prossimo martedì 30 aprile alle 20.30 nel Teatro Italia, presso l’oratorio di Lonato, in via Antiche mura 2.

«Continueremo così a presentare il nuovo servizio di raccolta porta a porta – afferma l’assessore all’Ecologia Nicola Bianchi –, che non ha nulla di complicato ma va solo capito e accolto come un nuovo modo di smistare i propri rifiuti, ridurre gli sprechi e consentire una percentuale più alta di differenziata e di riciclo dei vari materiali. Come Amministrazione, speriamo con questo ulteriore incontro del 30 aprile di riuscire a raggiungere e a informare tutti i cittadini».

Precisazione importante, aggiunge Bianchi: «La nuova Tares, la tassa introdotta dal Governo Monti e prorogata a dicembre, comprendente più servizi tra cui anche quello per i rifiuti, comporterà degli aumenti che non hanno nulla a che vedere con il passaggio al porta a porta».

Le quattro serate già fatte sul porta a porta hanno riscontrato tutte un’ampia partecipazione, tanto che spesso le sedi si sono rivelate troppo piccole per accogliere l’intero pubblico. «I quattro incontri informativi sono stati molto interattivi e hanno generato numerosi quesiti e dubbi da parte degli utenti sul nuovo sistema di raccolta porta a porta, quindi vorremmo, sempre con l’aiuto dei tecnici di Garda Uno che si sono resi disponibili gratuitamente, offrire uno spazio più ampio ai cittadini per far conoscere meglio e apprezzare i vantaggi della nuova modalità di raccolta rifiuti, che partirà nel nostro comune, a sud dell’autostrada, da lunedì 6 maggio». Considerato, conclude l’assessore Bianchi, «che il risultato previsto dal legislatore del 65% di raccolta differenziata non è raggiungibile con la tradizione modalità dei cassonetti stradali, dobbiamo puntare sul porta a porta per incentivare una più attenta gestione e separazione dei rifiuti, al fine di aumentare le possibilità di riciclaggio dei materiali a vantaggio dell’ambiente e di un maggiore risparmio economico. Con l’obiettivo finale di accrescere la percentuale di differenziata del nostro comune, attualmente al 42%».