GARGNANO – A maggio sul Garda il tricolore Access Class dei velisti disabili

0

Il Circolo Vela Gargnano, Canottieri Garda ed il progetto Hyak Onlus incassano le prime adesioni al Campionato Italiano Access Class, la manifestazione che dal 24 al 26 maggio vedrà impegnati sul Benaco gli skipper con ogni tipo di disabilità in ambito motorio. La flotta è quella del doppio Skud 18 e la prima adesione è dei velisti bresciani Massimo Dighe e Romina Modena che saranno in regata a Gargnano.

SPORT VELA ACCESS CLASS EUROPEAN CHAMPIONSHIPS NELLA FOTO SCIVOLO    24/05/2011 RENZO DOMINI  GARDAHD.ITMassimo Dighe, velista che difende i colori delle Fiamme Azzurre, già a Londra 2012 con il triplo Sonar della Canottieri Garda, inizierà la sua lunga navigazione verso le Olimpiadi di Rio 2016. Sua compagna d’avventura è Romina Modena, che arriva dall’ handybike, e che correrà per i colori dell’Ans di Sulzano, il sodalizio sportivo del lago d’Iseo che sta ospitando sotto la guida del coach Elio Sina gli allenamenti della nuova coppia. Sul lago di Garda ci saranno anche gli azzurri di Londra 2012, il bergamasco Marco Gualandris (Avas Lovere) e la veneta Marta Zanetti (Club Alto Adriatico di Lignano).

L’equipaggio che solo dopo due stagioni riuscì a chiudere con un onorevole 5° posto finale alle Olimpiadi 2012, oltre a conquistare il titolo di vice campioni d’Europa nel 2011, lo scudetto tricolore del 2012. Il terzo equipaggio in gara sarà quello comandato dal navigatore oceanico vicentino Andrea Stella. Il Campionato Italiano presenterà la formula Open, aperto quindi ad equipaggi stranieri. Le classi in acqua saranno oltre al paralimpico Skud 18 quelle dei 303 singolo e doppio, il singolo Liberty.

Il Campionato incassa anche le prime adesioni di importanti aziende, enti e fondazioni partner che presenteranno nel corso della settimana “Lea” (Lake Eco Access) alcune importanti novità tecnologiche e in ambito sociale. Sono Fondazione Asm Brescia, Osmi s.r.o (Oil & Gas Industrial Valves), Isomet, il piccolo Dinghy ad energia solare di Terra e Mare di Manerba (Bs), lo “Skiff” del Cus Brescia, realizzato all’interno dell’ateneo di Ingegneria con l’utilizzo di fibre vegetali al 70 per cento, la scuola professionale di Trento Centro Moda Canosse, che proporrà la sua collezione destinata alla nautica, Energy Solution Group di Brescia che offrirà il suo scafo di Minialtura al team del Cus Bologna, Raecycle, società che ha collaborato per la costruzione di un maxi catamarano a vela dotato di una serie di pannelli solari per l’alimentazione degli strumenti di bordo, primo di classe nell’ultima edizione dell’Arc in Atlantico.