GARDA (VR) – Regolamento sulla musica: via libera di Federalberghi

0

Musica all’aperto non oltre la mezzanotte e non oltre le due nei locali insonorizzati: questo quanto stabilito dal regolamento che da mesi sta facendo discutere le amministrazioni dei Comuni che si affacciano sulla sponda veronese del lago.

Garda musica2I Comuni stanno cercando un accordo per giungere ad un applicazione omogenea del regolamento e stanno valutando anche l’opportunità di apportare allo stesso modifiche condivise. Il presidente di Federalbergi Garda Veneto Corrado Bertoncelli, presente all’incontro in Prefettura degli scorsi giorni, ha detto di aver sottoscritto con piacere il regolamento e ha spiegato che, a suo parere, esso tiene conto e bilancia le esigenze turistiche con quelle pubbliche. Per questo s’è detto sorpreso del fatto che non tutti i consigli comunali lo hanno adottato. Per il momento, infatti, gli unici Comuni che hanno dato attuazione al regolamento sono quelli di Bardolino, Lazise, Peschiera e Castelnuovo. Mancano all’appello di Comuni dell’alto lago, come Brenzone, Malcesine, Torri e Garda. Mentre i primi tre vorrebbero apportare lievi modifiche al regolamento, il sindaco del Comune di Garda ha manifestato la propria contrarietà, sostenendo che se applicato alla lettera farebbe diventare il lago un dormitorio per anziani.

A lanciare una proposta di mediazione è il presidente di Confcommercio, Paolo Arena, che ritiene fondamentale approdare ad una normativa unitaria, applicabile su tutta la riviera, al fine di evitare la concorrenza sleale e al fine di agevolare il controllo del territorio. Una strada percorribile sarebbe quella di prolungare, nei centri storici, la musica all’esterno fino a mezzanotte e mezza in certi giorni della settimana.