MALONNO – Via i cassonetti, a giugno entra in campo il “porta a porta”

0

Prima Edolo, poi Sonico ed ora Malonno: la gestione dei rifiuti diviene una tematica sempre più importante ed il Comune camuno ha deciso di cambiare filosofia. A partire da giugno, infatti, verrà introdotto il sistema del ‘porta a porta’, con la conseguenza che spariranno dal capoluogo del paese i tradizionali cassonetti, che rimarranno solo nei nuclei abitativi di Moscio, Loritto, Landò, Zazza, Odecla e Nazio.

Malonno rifiutiIl sindaco Stefano Gelmi ha commentato la decisione definendola come inevitabile per due motivi: da un lato per attuare la normativa europea che impone il 65% di raccolta differenziata entro il 2015, dall’altro per evitare che il Comune di Malonno si veda costretto a smaltire i rifiuti dei Comuni limitrofi, con conseguente aggravio dei costi. Per informare la popolazione della novità, l’amministrazione comunale ha previsto alcuni incontri pubblici e consegnato alle stampe una brochure che in questi giorni viene distribuita a tutti i nuclei familiari. La campagna di comunicazione, infatti, è di fondamentale importanza e tal fine ci saranno due assemblee pubbliche, una stasera alle 20.30 nei locali della scuola media del capoluogo ed una il 26 aprile a Lava, nell’ex scuola elementare.

L’assessore alle attività produttive Mario Bertoli ha poi spiegato che il 4 maggio verranno gratuitamente consegnati dei secchi blu per il multimateriale e dei sacchi marroni per l’umido. I primi verranno ritirato il giovedì i secondi il mercoledì ed il sabato. La sporcizia dei sacchi neri dell’indifferenziata, invece, il mercoledì ed il sabato.
Non solo: l’amministrazione comunale di Malonno ha deciso anche di estendere gli orari di apertura dell’isola ecologica intercomunale, posta al confine tra il Comune e Sonico, nella località Mollo. L’isola sarà aperta il martedì, il venerdì ed il sabato dalle 8.30 alle 11.30.