CASTEGNATO – Rifiuti speciali sotto la Tav To-Ve, sigilli dei Cc

0

Blitz dei carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico che hanno sequestrato un’area di 5 mila metri quadrati destinata alla costruzione della linea ad alta velocità.

Sequestro CastegnatoLa zona, infatti, contiene rifiuti speciali. Durante alcuni servizi pianificati dal comando per la tutela dell’ambiente e diretti dal gruppo dei carabinieri di Treviso, i colleghi di Brescia, dopo un controllo mirato, hanno posto sotto sequestro la vasta area da 3 milioni di euro circa a Castegnato, in località Pianera.

Durante il blitz operato sotto la direzione del capitano Alessandro Placidi e usando sofisticati mezzi e il personale qualificato dell’Arpa di brescia, sono stati trovati nascosti a quattro metri di profondità rifiuti solidi urbani insieme a quelli speciali tra i quali anche fusti in plastica e in metallo che erano stati ricoperti con uno strato di terra per renderli invisibili.

L’area in questione, attualmente destinata alla realizzazione della linea ferroviaria per l’alta velocità e alta capacità Torino-Venezia, era stata anche usata in passato come uso agricolo nonostante la legislazione vigente vieti la coltivazione per uso alimentare e zootecnico sulle aree adibite a discarica. Nei prossimi giorni, insieme con  la Procura della Repubblica al tribunale di Brescia, andranno avanti le indagini dei carabinieri per individuare i responsabili ed eseguire ulteriori accertamenti tecnici per valutare in tutto il danno ambientale e le possibili opere di bonifica insieme al personale dell’Arpa di Brescia.