APRICA – In estate il terzo corso musicale d’organo e due concerti

0

Il Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra organizza per l’estate ad Aprica il terzo corso residenziale di Interpretazione e Improvvisazione organistica dal titolo “Francia e Germania tra Otto e Novecento”. L’iniziativa è proposta tra la Parrocchia di Aprica e lo Studium Generale Ambrosiano, patrocinata dal Pontificio Consiglio della Cultura, Diocesi di Como, Diocesi di Lugano, British Consulate General Milan, Generalkonsulat der Bundesrepublik Deutschland Mailand, Consulat Général de France à Milan, Consolato Generale di Svizzera a Milano, Regione Lombardia Cultura, Provincia di Sondrio, Comunità montana Valtellina di Tirano, Consorzio Turistico Provinciale, Comune e Proloco di Aprica. Il periodo di svolgimento è quello centrale della stagione, dal 18 al 24 agosto, mentre i docenti saranno Fausto Caporali e Alessandro La Ciacera. La sede del corso è il Santuario di Maria Ausiliatrice. Sono previsti anche un concerto pubblico di apertura dei docenti e uno finale dei partecipanti. Lo comunica il vicesindaco e assessore aprichese Bruno Corvi fautore locale dell’iniziativa.

Struttura del corso
Si tratta di quattro lezioni di Interpretazione e quattro di Improvvisazione organistica. Tutte le lezioni sono individuali. Il piano delle attività formative sarà comunicato dopo la conferma degli ammessi. Corso residenziale a numero chiuso: ammessi massimo 6 partecipanti in base a graduatoria. Non è prevista la presenza di uditori esterni, a eccezione degli eventi pubblici.

Destinatari
Il corso si rivolge ad allievi o diplomati del corso accademico di Organo e Composizione organistica ai Pontifici Istituti di Musica Sacra, i Conservatori di Stato (V.O. e N.O.), altre istituzioni musicali italiane e straniere di livello universitario, oppure Scuole diocesane. Non ci sono limiti di età per la candidatura.

L'organo di Aprica
L’organo di Aprica

Programma
A. Interpretazione (docente: Alessandro La Ciacera)
La scuola organistica francese e tedesca otto-novecentesca
Il corso prenderà in esame i seguenti autori: Franck (opera integrale), Widor (Symphonies), Vierne (Pièces en style libre, Pièces de fantaisie), Dupré (Préludes et fugues, Cortège et litanie, Symphonies, Esquisses), Duruflé (opera integrale), Messiaen (opera integrale), Litaize (Douze pièces), Alain (opera integrale), Schumann (opera integrale), Liszt (opera integrale), Brahms (opera integrale), Reger (opera integrale). Altri brani tra gli autori indicati o altri di area francese e tedesca saranno presi in considerazione a discrezione del docente.

B. Improvvisazione (docente: Fausto Caporali)
La Fuga, la Messa organistica e l’Improvvisazione
Il programma di studio prevede l’approfondimento e la pratica di alcune forme fondamentali richieste nel campo concertistico e liturgico: la Fuga e la Messa organistica. Viene inoltre proposta la realizzazione di improvvisazioni à la manière de Messiaen. I tratti principali del corso sono quindi:
– Propedeutica e pratica della Fuga;
– La «Messa con organo» fra retorica e interiorizzazione;
– Improvvisazione in stile: à la manière de… Messiaen.

Quota di iscrizione e partecipazione
300 euro da versare entro il 31 maggio a mezzo bonifico bancario alle seguenti coordinate: Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra IBAN: IT95H0558401607000000048216. Ai candidati non ammessi la quota di iscrizione e partecipazione e la caparra confirmatoria della prenotazione alberghiera (quest’ultima, se versata) saranno restituite integralmente. Nel caso di eventuali rinunce espresse prima dell’inizio del corso, entro il 30 giugno quanto versato (quota di iscrizione e partecipazione ed eventuale caparra della prenotazione alberghiera) sarà rimborsato con una trattenuta di 150 euro. Per rinunce intervenute oltre il 30 giugno oppure a corso avviato non è previsto alcun rimborso, sia per quanto riguarda la quota di iscrizione e partecipazione sia per quanto riguarda l’eventuale quota per l’ospitalità.

Documentazione richiesta
Entro il 19 maggio i candidati dovranno far pervenire alla segreteria esclusivamente a mezzo posta elettronica:
– la scheda di iscrizione compilata in tutte le parti;
– copia di un documento di identità;
– copia del titolo di studio posseduto (solo per candidati esterni);
– copia del bonifico bancario attestante il pagamento della quota di iscrizione e partecipazione;
– il curriculum vitae in formato europeo e il curriculum artistico;
– il programma delle opere prescelte.

Qualsiasi candidatura priva dei necessari requisiti e/o pervenuta in ritardo e/o sprovvista della suddetta documentazione sarà ritenuta nulla.

Ammissione
Sulla base della documentazione ricevuta in tempo utile, il Docente e la Segreteria provvederanno a stilare entro il 26 maggio la graduatoria dei candidati. Saranno ammessi al corso i primi sei qualificati. I risultati verranno comunicati dalla segreteria direttamente agli interessati. In caso di eventuali rinunce saranno ammessi i candidati idonei immediatamente successivi nella graduatoria.

Certificazione
Il PIAMS, canonicamente eretto dalla Santa Congregazione per i Seminari e le Università degli studi il 12 marzo 1940, è una istituzione universitaria mono-disciplinare specializzata nell’ambito della musica sacra e della liturgia abilitata al rilascio di gradi accademici con valore canonico e civile riconosciuti in tutti i paesi con i quali la Sede Apostolica intrattiene relazioni diplomatiche. In quanto istituzione ufficiale del sistema di istruzione superiore della Santa Sede – appartenente allo Spazio europeo dell’istruzione superiore (EHEA) –, in base all’art. 10 § 1 della legge 121/1985 il PIAMS opera liberamente in Italia rilasciando le certificazioni di studio previste dall’ordinamento canonico.

In base alla Direttiva ministeriale MIUR 90/2003, art. 1 § 2, il PIAMS è soggetto qualificato per la formazione del personale della scuola. Tutti i corsi e le attività appartenenti all’offerta formativa PIAMS rientrano pertanto nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti realizzate da università e automaticamente riconosciute dall’amministrazione scolastica ai sensi del vigente Contratto collettivo nazionale integrativo del comparto Scuola. La partecipazione a dette iniziative dà luogo – per gli insegnanti di ogni ordine e grado – ai relativi effetti contrattuali, giuridici ed economici. Al termine del corso, su richiesta, ai partecipanti verrà rilasciato un attestato corredato di certificazione dei crediti CFU secondo la scala ECTS.