GARDA – Platani avvelenati, il vicesindaco è ottimista

0

La scorsa estate, vicino alla spiaggia che arriva fino a Punta San Vigilio, al termine del lungolago Pincherle, ben nove platani erano stati avvelenati da ignoti, probabilmente con un diserbante molto forte: attraverso 50 fori, con una siringa, era stato iniettato del veleno da mani esperte, cagionando al Comune un danno da oltre 40mila euro.

Garda plataniOra i platani sono ancora in vita, sebbene alla base delle loro cortecce si notino ancora i tagli ed i buchi attraverso i quali si era cercato di abbatterli e sebbene si trovino in condizioni precarie. L’assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Mario Bendinelli è ottimista: ha infatti spiegato che i platani vegetano a primavera inoltrata e cinque dei nove platani avvelenati hanno una corteccia abbastanza morbida, che lascia ben sperare. Sono quindi stati potati nella speranza che il ciclo vegetativo riprenda nei prossimi giorni.

Il Comune di Garda, per risistemare il verde pubblico, oltre a potare cinque platani ha fatto anche altri interventi. In modo particolare sul lungolago che conduce alla spiaggia del Corno sono state ripiantate vecchie rose e nel parco della Sala Congressi al posto della fontana centrale, che richiedeva una manutenzione continua e troppo impegnativa, è stato messo un bel tappeto verde.