GARDONE – Il Comune fa il bilancio del 2012 tra conti e trasparenza

0

Il Comune di Gardone Valtrompia, attraverso l’assessorato al Bilancio e Innovazione guidato da Piergiuseppe Grazioli, ha tracciato un bilancio sui conti del 2012 e le relative iniziative messe in campo sul fronte dell’organizzazione, personale e della comunicazione istituzionale di via Mazzini. Partendo dalla questione bilancio, ecco le linee guida del documento economico del Comune.

L’esercizio finanziario è stato di 11.889.525, registrando un avanzo di amministrazione di circa 220 mila euro e con un saldo positivo di cassa, pagando i fornitori in un tempo medio di trenta giorni. Per facilitare l’eventuale accesso al credito delle imprese che lavorano per il Comune, sono stati siglati accordi con Anci Lombardia per il “Progetto sblocca crediti” e una convenzione con la Banca Popolare di Vicenza.

Municipio di Gardone
Municipio di Gardone

Entrando nei dettagli del bilancio, il Patto di stabilità è stato rispettato, ma il 2012 è stato caratterizzato dall’introduzione dell’Imu che ha comportato incertezze sulla quantificazione del gettito dell’imposta e la previsione di riduzione del Fondo sperimentale di riequilibrio. Per il versamento dell’acconto e del saldo Imu è stata inviata a 5mila contribuenti una lettera con il modello F24 compilato per il versamento di acconto e saldo. Nel documento economico si parla anche di lotta all’evasione fiscale sostenuta dal Comune: dopo aver stipulato una convenzione con l’Agenzia delle Entrate, è stato costituito un gruppo di lavoro interno per la raccolta dati con cui segnalare i casi e sono state verificate 37 posizioni di cui 8 sono al vaglio.

Tra le iniziative promosse dall’assessorato ci sono i corsi di educazione stradale nelle scuole. Poi spazio alla polizia locale coordinata con le altre forze dell’ordine. Sul fronte dell’organizzazione interna, il rapporto fra il numero dei dipendenti e la popolazione del Comune è inferiore alla media nazionale da dieci anni, mentre la rilevazione degli standard di qualità ha mostrato il rispetto dei tempi dei procedimenti in consistente riduzione rispetto a quelli fissati dalla legge. Dal punto di vista della trasparenza, al 31 dicembre 2012 il Comune si è collocato ai primi posti della graduatoria, stilata dal Ministero tra i comuni italiani. Andando sulle buone pratiche, è stata attivata una convenzione con il Tribunale di Brescia  per l’assegnazione di persone alle quali è stata convertita una sanzione per guida in stato di ebbrezza in lavori di pubblica utilità.

Nel rapporto con la Pubblica amministrazione, lo Sportello Unico per le Attività Produttive è per Gardone un punto positivo perché è tra i primi in Italia ad aver attivato un proprio sportello telematico aderendo poi a quello della Valtrompia e partecipando al tavolo tecnico sperimentale della Camera di Commercio di Brescia, con Asl, Regione e altri enti. Infine, dal punto di vista dell’innovazione e della comunicazione, sono state attivate le newsletters della cultura e “GardoNews” sulle attività culturali e amministrative, dieci bacheche informative sul territorio comunale, quattro pannelli luminosi, il sito internet del Comune e i profili Facebook della biblioteca e del Museo delle Armi e Tradizione armiera.