VILLA CARCINA – Da area dismessa a orti sociali, l’iniziativa per i pensionati

0

Otto orti sociali per i pensionati. È questa la recente novità approvata nella seduta dello scorso lunedì dalla giunta di Villa Carcina. Un’area che si trova sul versante ovest del fiume Mella, a Cogozzo, è stata infatti attrezzata con la creazione di otto piazzole adatte alla coltivazione di ortaggi, piccoli frutti e fiori a uso e consumo del concessionario.

Orti socialiOgni area avrà una superficie di 64 metri quadi, sarà delimitata da un’apposita rete metallica e dotata di una fontanina e un ricovero attrezzi. “L’amministrazione comunale ha deciso di riqualificare l’area di proprietà pubblica che versava in condizioni di degrado. Per far ciò abbiamo chiesto alla Comunità montana di partecipare a un apposito bando indetto dalla Provincia che era finalizzato al recupero ambientale.

Il progetto è stato a sua volta finanziato e oggi, terminati i lavori, siamo in grado di procedere con l’assegnazione delle aree a chi ne farà richiesta” spiega Claudio Marianini, assessore all’Ambiente e all’Ecologia del Comune di Villa Carcina che aggiunge “la concessione degli orti sarà a titolo gratuito in relazione al preminente scopo sociale dell’iniziativa. Unico onere in carico ai concessionari delle aree saranno solamente i consumi e i costi generali per le utenze a servizio del proprio orto, che dovranno essere annualmente rimborsati al Comune”. Soddisfatto anche l’assessore ai Servizi sociali Moris Cadei.

“É un progetto che presenta aspetti non solo ricreativi ma anche sociali. C’è anche all’esame una proposta per affidare degli orti a lavoratori in “crisi occupazionale”, per cercare di intervenire con delle proposte concrete a contrasto delle ‘povertà emergenti'”. A breve verrà emanato il bando per ottenere l’assegnazione delle aree, che avrà una durata quinquennale. Chi intende partecipare dovrà essere residente a Villa Carcina da almeno cinque anni, essere in pensione e non avere la proprietà o disponibilità di altri appezzamenti di terreno coltivabile legati alla casa e godere di buona salute fisica in modo da escludere motivi di ostacolo alla pratica della coltivazione dell’orto. Per informazioni ci si può rivolgere all’ufficio Ambiente nella sede di via Zanardelli o contattare lo 030.8984357.

SCARICA IL BANDO

DISCIPLINARE

MODULO DI DOMANDA