LAZISE (VR) – Dai fondali del lago di Garda riaffiora un caccia americano

3

Dopo decenni, i fondali del lago di Garda restituiscono un altro pezzo di storia: nei giorni scorsi i Volontari del Garda, nei fondali di Lazise, hanno trovato un aereo americano risalente alla seconda guerra mondiale.

CavalliIl membri del nucleo nautico e subacqueo dei Volontari hanno fotografato e ripreso il reperto e dalle immagini si intravvedono le ali del velivolo, parti del motore, l’elica, una ruota del carrello ed un particolare delle mitragliatrici. Per stabilire con esattezza di che aereo si tratta sarà necessario il parere di un esperto del settore, ma tutto sembra far pensare che si tratti di un North American P-51 Mustang, aereo dell’esercito americano che venne schierato sia sul fronte europeo che su quello del Pacifico per contrapporsi ai velivoli della Luftwaffe.

Intanto, Mauro Fusato, il responsabile del nucleo nautico dei Volontari del Garda, ha spiegato che le immagini del velivolo girate dal Rov sono state trasmesse ad un esperto: ora spetterà agli storici ricostruire l’episodio che ha coinvolto l’aereo, che per oltre 70 anni è rimasto negli abissi lacustri. C’è già chi suppone che possa trattarsi dell’unico Mustang disperso nel Garda, caduto a guerra ormai finita, pilotato da un aviatore del Michigan, che risulterebbe scomparso.

3 Commenti

  1. Alla fine non si tratta di un P-51D dell’USAAF, ma di un P-51D dell’AMI pilotato dal tenente Paolo Tito e precipitato nel Lago di Garda il 07/08/1951.

    L’ho scoperto stanotte consultando l’Archivio Storico de L’Unità…

    Le info su questo caso le trovate sul noto Forum di esperti “Archeologi dell’Aria” nel topic “Aereo ritrovato in fondo al Garda”

    http://www.archeologidellaria.org/index.php?topic=2545.0

    Grazie dell’attenzione.

    Gianluca Mazzanti (A.K.A. mazwork)

    • Gent.mo Sig. Mazzanti,
      La ringrazio per l’informazione fornitaci. Continui a leggerci!
      Un cordiale saluto

  2. l’aereo è italiano, bravi quelli che l’hanno scoperto…hanno visto giusto, come sempre raccontano verità contestabili…ma l’aereo avrà avuto qualche scritta e confondere la bandiera italiana con quella americana non è male, o no.

Comments are closed.