BRESCIA – Arresti e denunce per furti e violenze. Fermato un suicidio

0

Ieri, sabato 6 aprile, i carabinieri di Brescia hanno arrestato due persone e ne hanno denunciate tre a piede libero. Nella bassa bresciana, i militari di Verolanuova hanno fermato un minorenne già raggiunto da una misura restrittiva della libertà personale, emesso dal Tribunale dei Minori di Firenze, per il reato di tentato furto in una casa, commesso il 3 aprile scorso a Firenze.

Carabinieri VTA Leno è stato fermato un italiano di 57 anni, residente, già noto alle forze dell’ordine, perché condannato definitivamente a tre anni e 8 mesi di reclusione per violenza sessuale commessa tra gennaio e aprile del 1999. A Collio i carabinieri hanno denunciato a piede libero tre italiani, uno di 31 anni, residente, uno di 26  e uno di 25 anni, questi ultimi residenti a Concesio e tutti già noti alle forze dell’ordine, per ricettazione.

I militari, dopo una specifica attività investigativa, in seguito al furto dell’attrezzatura della Protezione civile di Bovegno il 20 maggio del 2012, hanno perquisito la casa del 31enne, trovando e sequestrando un generatore elettrico e una fresa spalaneve. Infine, il pronto intervento dei carabinieri di Chiari ha permesso di bloccare un tentativo di suicidio messo in atto da un’adolescente che aveva annunciato a due sue coetanee, attraverso Facebook, di togliersi la vita ingerendo alcuni medicinali. La ragazza non è in pericolo di vita.