CHIARI – Una serata dedicata al rapporto tra scuola e disabilità

0

È in programma per domani sera, alle 20,30 presso la sala PuntoIncontro in Via GB Rota, la conferenza-dibattito con il dott. Michele Tagliasacchi, responsabile dell’Unità di Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedaliera Mellino Mellini ed esperto di disabilità sul tema “La vita in classe dei nostri figli. Un alunno disabile può diventare una risorsa”.

disabili-scuolaL’incontro è organizzato, in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali, dal gruppo “Gli Equilibristi-Diversamente Genitori”  sorto a Chiari nella primavera del 2012 dall’unione di alcuni genitori con figli disabili: ciascuno ha maturato negli anni vissuti ed esperienze diverse ma tutti condividono l’idea che l’aggregazione possa essere e diventare una risorsa importante per loro e per i loro ragazzi. Il gruppo ha deciso di dedicare  tempo per  confrontarsi, in modo da condividere le esperienze personali mettendo a disposizione di tutti le singole competenze.

L’assessorato alle Politiche Sociali e Familiari ha accolto questa interessante proposta e in breve tempo si sono susseguiti incontri per sviluppare obiettivi condivisi. Il gruppo “Gli Equilibristi- Diversamente Genitori” vuole essere aperto e disponibile nei confronti di tutte le persone che vivono quotidianamente le loro stesse problematiche e vorrebbero diventare un punto di riferimento  per tutti coloro che, a contatto con il complesso mondo della disabilità, si trovino ad aver bisogno di informazioni o anche solo di sostegno morale. Dopo un anno di attività interna, il gruppo Gli Equilibristi ha voluto promuovere  un’iniziativa aperta a tutti i genitori e al mondo della scuola, su una tematica particolarmente sentita come “La vita in classe dei nostri figli. Un alunno disabile può diventare una risorsa”.

Il desiderio di organizzare questa serata nasce dal fatto che oggi i ragazzi  trascorrono la maggior parte del loro tempo a scuola che diventa così “la loro seconda casa”, luogo di educazione e di relazioni, luogo di affetti, di conquiste, ma anche di delusioni e fatiche. Per queste ragioni scuola e famiglia devono sapere costruire alleanze proficue per il benessere dei ragazzi. L’assessore alle Politiche Sociali Annamaria Boifava  da sempre ha sostenuto con forza gli interventi a favore della genitorialità ed è stata promotrice della nascita di questo gruppo “speciale”, nella convinzione che il benessere delle famiglie e delle nuove generazioni passi attraverso l’opportunità di incontrarsi, confrontarsi e formarsi. Sulla base di questo presupposto l’assessorato intende continuare ad investire risorse e promuovere progettualità con questa finalità nella convinzione che la famiglia rappresenti la cellula vitale della società e il luogo privilegiato di crescita ed educazione dei figli.