SALÒ – Pensionato cade in bicicletta e muore, forse per malore

0

In via Tavine, martedì pomeriggio, è morto un uomo di 72 anni. Era partito dalla sua abitazione, in via Bazzecca, nel centro storico, per recarsi al cimitero, dove è sepolta la moglie scomparsa alcuni anni fa. Caduto dalla sua bicicletta, forse a causa di un malore, ha sbattuto la testa contro le pietre che formano il parapetto che costeggia la strada, per poi precipitare per circa due metri oltre il bordo della carreggiata.

Desenzano biciclettaL’uomo, Silvano Simpsi, ex custode delle Acciaierie Falck di Vobarno, è stato trovato in fin di vita, attorno alle 16.10, da un passante che faceva jogging, che ha lanciato immediatamente l’allarme. Sul posto è giunta un’eliambulanza, ma le condizioni dell’uomo erano troppo gravi. Sul suo corpo numerose ferite e una serie di traumi al torce. A nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo da parte dell’equipaggio del 118 dei Volontari del Garda e del personale dell’eliambulanza del Civile di Brescia. Pochi minuti dopo l’arrivo dei sanitari ha perso la vita.

Sebbene in un primo momento non sia stata scartata l’ipotesi che l’uomo sia stato investito da un’autovettura, i rilievi effettuati dalla Polizia stradale di Salò, guidata dal comandante Antonio Bolberti, hanno escluso tale pista. Non ci sono dubbi sulla dinamica del sinistro e quindi sulla caduta accidentale dell’uomo quale causa di morte, giacché la tesi è stata confermata anche dalle risultanze dell’esame effettuato dal medico legale. L’uomo lascia due figli, un maschio e una femmina.