VALCAMONICA – Ritirato ricorso al Tar contro la distribuzione dei fondi Odi

0

I Comuni di confine veneti avevano già unilateralmente deciso di ritirare il ricorso al Tar contro la graduatoria del bando 2010/2011 di distribuzione dei fondi dell’Organismo di indirizzo (Odi) ed anche Breno e Ponte di Legno hanno deciso di percorrere la stessa strada, nella speranza che riprenda il dialogo e l’erogazione dei fondi.

V Odi Bezzi
Mario Bezzi, il sindaco di Ponte di Legno

Lucio Campadelli, il sindaco di Erbezzo (Verona) che era stato incaricato dai 48 Comuni interessati all’accordo di trovare una soluzione alla questione, nei giorni scorsi s’è a lungo confrontato con il sindaco di Ponte di Legno Mario Bezzi per convincerlo del fatto che il ricorso avrebbe potuto condurre ad un immobilismo che avrebbe messo a rischio la sopravvivenza del fondo Odi. Il ricorso, infatti, rendeva inefficaci le norme del protocollo d’intesa sancito già da 47 Comuni che prevedeva una sorta di autoregolamentazione con l’obiettivo di garantire maggiore equità nell’accesso alle risorse previste dal Fondo Brancher, col conseguente rischio di perdere in via definitiva i finanziamenti.

Ora che i due Comuni lombardi hanno ritirato il ricorso al Tar, invece, non ci sono ostacoli alla ripresa dell’attività dell’Odi, che assegnerà i fondi ai beneficiari della graduatoria 2010/2011 e pubblicherà il bando 2013. “È prevalso il senso di responsabilità degli amministratori locali, che hanno rinunciato al giudizio del Tar in merito alle loro legittime impugnazioni”, ha riferito Campadelli.