SAN FELICE – ‘Gioiello contemporaneo’, opportunità per il turismo

1

Si sono da poco concluse le iscrizioni alla quarta edizione del “Premio Gioiello Contemporaneo”, i cui vincitori saranno proclamati all’interno della mostra che sarà inaugurata il 31 Agosto a Palazzo Cominelli, sede dell’omonima Fondazione che patrocina l’evento.

San Felice gioielloLa rassegna rappresenta un’opportunità per gli artisti orafi di esibire i propri lavori e contribuire ad arricchire un settore avanzato dell’economia locale e nazionale. L’esposizione sarà supportata da testi (cartelli esplicativi, didascalie, ecc.) che spiegheranno e contestualizzeranno le opere selezionate nell’ambito culturale di provenienza ed appartenenza.

Gli autori saranno presentati attraverso schede con testi scritti da loro stessi per spiegare ed illustrare il proprio lavoro. La selezione sarà a cura di Isabella Hund, gallerista di Monaco di Baviera. La giuria sarà composta da figure di rilievo nel mondo dell’arte e del gioiello contemporaneo nazionale ed internazionale come Michele Cassarino, Presidente della Fondazione Cominelli; Kadri Malk, artista orafa; Isabella Hund, gallerista; Federico Sardella, critico d’arte, Rita Marcangelo, Curatore Collezione Permanente Fondazione Cominelli, e il Prof. Ichiro Hino docente Università delle Arti di Tokyo. Il primo classificato riceverà duemila euro, il secondo mille ed il terzo un pc portatile. Sono inoltre previste tre Menzioni Speciali con apposite targhe.

Per l’esposizione al pubblico è stato realizzato un allestimento con vetrine idonee alla fruizione, messa in sicurezza e visibilità degli ornamenti esposti. Obiettivo primario è proprio la divulgazione di questo settore di ricerca, soprattutto riferito agli studenti delle Scuole d’Arte; secondariamente si tratta di un’opportunità per sviluppare un turismo culturale sul territorio di San Felice, aumentando l’offerta che la città di Brescia e la sua provincia offrono. In tale occasione sarà possibile ammirare anche la Collezione Permanente del Gioiello Contemporaneo, che si arricchisce di anno in anno grazie alla libera donazione di opere di autori selezionati dalla gallerista Rita Marcangelo e di quelle dei partecipanti al Premio sopra citato.

1 Commento

  1. A San Felice lo sviluppo del turismo è fondamentale. Si deve partire da avere risorse come l’arte ma soprattutto sfruttare l’attuale patrimonio naturalistico. Serve ampliare le strutture per le famiglie, punti di ristoro e ritrovo. E anche mezzi di collegamento. Basti pensare che le strutture ricettive non sono adatte ad accogliere un aumento del turismo. Segnalo ad esempio tutte le case che potrebbero essere affittate ai turisti http://www.rentxpress.it/San-Felice-Del-Benaco–Lago-di-Garda.html

Comments are closed.