CASTEL MELLA – Parte il nuovo sistema di raccolta rifiuti porta a porta

0

Dopo l’intenso periodo di informazione che ha caratterizzato le scorse settimane e con la consegna dei vari kit che si sta ormai completando, è ai nastri di partenza il nuovo sistema di raccolta di rifiuti di Castel Mella.

raccolta-differenziata-porta-a-porta-L’iniziativa è entrata in vigore da ieri,  anche se, complice la giornata festiva, il primo, vero banco di prova sarà domani: “E come prevede il programma – spiega l’assessore ai servizi ambientali Alessandro Prudenzi – sarà subito un giorno molto intenso, visto che, come accadrà ogni primo mercoledì del mese, nell’occasione verrà effettuata anche la raccolta di materiali particolari come olii vegetali, neon, batterie per automobili e recipienti per vernici e pitture. Un impegnativo banco di prova per il nuovo sistema”.

Un nuovo sistema che parte da quali premesse? “Parte dalle assemblee informative che abbiamo svolto e dal notevole interesse dimostrato dalla gente. Basti pensare che, sommando tutto, abbiamo organizzato ben otto incontri, dedicati agli abitanti delle diverse zone del paese, alle associazioni e agli operatori commerciali, artigianali ed industriali, ma ci siamo recati anche nelle scuole per far conoscere l’argomento agli studenti. Posso dire che nel corso di queste riunioni, alle quali hanno partecipato oltre duemila castelmellesi, è emersa una grande consapevolezza della questione e della necessità di utilizzare la raccolta differenziata, vista come uno strumento indispensabile per cercare di salvaguardare la salute dell’ambiente e per ridurre pure i costi.

Senza dubbio da questi incontri è emerso uno spirito di collaborazione importante, che può rappresentare il primo elemento per la buona riuscita della raccolta porta a porta. Certo, differenziare richiede qualche piccolo impegno in più, ma tante persone hanno capito che costituisce l’unica via per proteggere la salute dell’ambiente e per preparare una riduzione dei costi del servizio e, quindi, un risparmio per gli stessi utenti”. Quali sono le diverse categorie di raccolta che il nuovo sistema prevede? “Ogni venerdì verrà effettuata la raccolta della plastica (da inserire negli appositi sacchetti gialli), di vetro, lattine e scatolame (da inserire nel contenitore blu), e di carta e tetrapack (da collocare sempre al di fuori della propria abitazione, sulla pubblica via, legati tutti insieme o inseriti in scatole, sacchetti o contenitori rigidi per un peso totale non superiore ai 15 kg).

Come già detto il primo mercoledì di ogni mese verrà effettuata la raccolta di neon, batterie, olii vegetali esausti, recipienti per vernici e pitture e raee (inferiori ai 5 kg, quelli superiori verranno raccolti l’ultimo giovedì del mese tramite prenotazione) che dovranno essere collocati negli appositi sacchetti trasparenti. Il lunedì, il mercoledì ed il venerdì verrà effettuata la raccolta dei pannolini per bambini, anziani e disabili (sacchetti viola), insieme ai cosiddetti Rsu e Forsu, che dovranno essere inseriti, ben chiusi, rispettivamente nell’apposito contenitore grigio e in quello marrone. Da non dimenticare, infine, il Centro di raccolta comunale che si trova in via don Bergomi e che rappresenta a sua volta un valido punto di riferimento che viene messo a disposizione dell’intera comunità. In questo caso, presentandosi semplicemente con la propria tessera sanitaria, sarà possibile conferire ferro, frigoriferi, legno, verde, inerti, televisori, computer e tutti gli altri rifiuti che già sono compresi nel porta a porta.

Il Centro raccolta comunale sarà aperto negli orari e nei giorni che sono menzionati nella tabella che è stata consegnata alla popolazione (in pratica si può dire che sarà chiuso solo nelle mattine di lunedì, mercoledì e venerdì). Per tutte le informazioni desiderate è comunque possibile rivolgersi all’ufficio ecologia della società “Solidarietà Provagliese”, oltre che agli uffici competenti del Comune. Tutti insieme – termina l’assessore Prudenzi – possiamo rendere veramente efficace questo nuovo sistema e farlo diventare così un prezioso baluardo per l’ambiente e un utile strumento di risparmio!”.