BRESCIA – Sette arresti a Pasqua: fermi per spaccio di droga e furti

0

Ieri, domenica di Pasqua, i carabinieri di Brescia hanno arrestato sette persone. Per quanto riguarda i controlli sul territorio disposti per contrastare lo spaccio di droga, a Gottolengo è stato fermato un marocchino di 22 anni, residente, già noto alle forze dell’ordine, dopo una mirata attività investigativa culminata con la perquisizione della casa. Lo straniero, alla vista dei militari, ha tentato di disfarsi della droga gettandola dalla finestra, poi recuperata dagli operanti che hanno visto essersi trattati di dieci grammi di cocaina.

Carabinieri sedeA Darfo Boario Terme è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio un tunisino di 20 anni, residente a Borgosatollo, ma di fatto senza fissa dimora, e un italiana di 36 anni, residente a Piancogno, entrambi già noti alle forze dell’ordine. I due sono stati notati nella piazza del paese da un militare di Esine in borghese mentre scambiavano alcuni oggetti con una ragazza e ha chiesto l’intervento di un equipaggio che li bloccati. Dopo una perquisizione personale, hanno trovato e sequestrato una dose di cocaina e del denaro ritenuto provento dell’attività illecita.

A Clusane, i carabinieri di Capriolo hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio un albanese di 33 anni, residente a Torbole Casaglia, già noto alle forze dell’ordine. I militari hanno notato un’auto con a bordo l’interessato che si allontanava con fare sospetto dal centro di  Paratico e hanno deciso di seguirlo e poi bloccarlo. Perquisita l’auto, nascosti sotto la tappezzeria del tetto sono state trovate dieci dosi di cocaina e due cellulari, oltre a 295 euro ritenuti provento dell’attività illecita. Per quanto attiene invece i controlli del territorio, a Gardone Valtrompia i carabinieri hanno arrestato per evasione un italiano di 40 anni, residente, sorpreso dai militari lungo una via del paese violando gli arresti domiciliari al quale era sottoposto per reati contro la persona.

A Roncadelle, su richiesta degli addetti alla vigilanza della “Decatlon”, è stata fermata una rumena di 22 anni, senza fissa dimora, mentre si allontanava dal negozio dopo aver rubato due paia di scarpe da 150 euro nascondendole in un marsupio. Nonostante fosse manomesso il sistema antitaccheggio, è riuscito a segnalare il furto. A Gavardo, il NORM di Salò ha arrestato un rumeno di 38 anni, senza fissa dimora, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un ordine restrittivo della libertà personale, emesso dall’autorità giudiziaria dopo continue violazioni delle prescrizioni imposte dalla misura alternativa al carcere al quale era sottoposto per reati di furto.