BARGHE – Interventi per l’agricoltura in aree montane, bando 2013

0

La regione Lombardia ha approvato le disposizioni attuative, ossia le norme quadro per l’erogazione di aiuti a favore dell’agricoltura di montagna per il periodo 2008-2013.

agricoltura barghe

Sulla base di queste disposizioni, la Comunità Montana di Valle Sabbia, in relazione alle esigenze del territorio, ha predisposto i propri bandi, stabilendo quali misure e tipologie di intervento attivare.

Cosa viene finanziato?

Con gli “Aiuti agli investimenti nelle aziende agricole”, si intende sostenere gli interventi in merito alla realizzazione e adeguamento dei fabbricati rurali; interventi strutturali, acquisto di impianti e attrezzature per le attività di trasformazione, conservazione e commercializzazione dei prodotti agricoli; acquisto di attrezzature per la modernizzazione delle stalle; adeguamento e modernizzazione del parco macchine e delle attrezzature per i lavori agricoli; impianto di colture arbustive e arboree di particolare pregio; opere di miglioramento fondiario.

Il secondo punto, “Miglioramento della produttività e funzionalità degli alpeggi e dei pascoli montani”, è invece suddiviso in sei tipologie d’intervento: manutenzione straordinaria, ristrutturazione, ampliamento e adeguamento igienico-sanitario dei fabbricati adibiti alla produzione primaria; adeguamento o costruzione di opere per la raccolta e la distribuzione dell’acqua sia per i fabbricati, sia per l’abbeverata del bestiame; adeguamento o collegamento alla rete principale di elettrodotti o di opere di approvvigionamento energetico rinnovabili e a basso inquinamento, quali centraline idroelettriche (turbine), pannelli fotovoltaici, caldaie che utilizzino biomasse vegetali; interventi strutturali, acquisto di impianti e attrezzature per la produzione, lavorazione e trasformazione del latte e per la conservazione dei prodotti derivati; acquisto di attrezzature per il trasporto dei materiali e dei prodotti d’alpe (teleferiche, gru a cavo, blondin); sistemazione di erosioni e dissesti ricorrendo, laddove possibile, all’utilizzo di tecniche di ingegneria naturalistica.

La “Riqualificazione e modernizzazione dei processi di trasformazione, conservazione e commercializzazione delle produzioni agro-zootecniche, con particolare riferimento al settore lattiero caseario” è così articolata: adeguamento e ristrutturazione dei locali utilizzati per la trasformazione e lavorazione dei prodotti agricoli, nonché dei locali impiegati per la conservazione, la stagionatura o l’invecchiamento e la commercializzazione dei prodotti trasformati; acquisto di impianti e attrezzature per la trasformazione e la lavorazione dei prodotti; acquisto di impianti di refrigerazione per la creazione di punti decentrati di raccolta del latte fruibili da più aziende.

Le domande, come si vede nell’immagine allegata, dove potrete trovare tutte le informazioni necessarie, dovranno essere inoltrate entro il 15 aprile 2013.