VALCAMONICA – 2012 di scoperte rupestri

0

Il 2012 è stato un anno di notevoli scoperte e sviluppi dell’arte rupestre camuna, nel corso del quale sono emerse nuove aree di ricerca e sono state approfondite nuove tematiche oggetto di studio.

A Cevo è stata rivenuta una stele che risale all’età del Rame e che ritrae, con intenti simbolici, una figura femminile; in località Boscatelle, invece, presso la Riserva naturale Incisioni Rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo, è stato rinvenuto su un roccia, in un punto impervio, un tipico insieme figurato di armi; in località Foppe di Nadro e Boscatelle sono stati rivenuti poi nuovi pannelli, che si riferiscono all’età del Bronzo, a quella del Ferro e all’età romana del Basso Medioevo.

L’arte rupestre in Valcamonica consente quindi approfondimenti per ricostruire la vita preistorica nelle Alpi Centrali, tant’è che il direttore del centro camuno di studi preistorici, Umberto Sansoni, auspica interventi volti a valorizzare il patrimonio culturale della zona; interventi che considera vicini per quanto riguarda i risultati ottenibili ma lontani, purtroppo, rispetto alle abituali scelte politiche.