LUMEZZANE – A.C.Lume: pareggio casalingo per i RossoBlu

0

LUMEZZANE – VIRTUS ENTELLA 1-1 (0-1)
LUMEZZANE (4-4-2): Vigorito; Meola, Mandelli, Dametto, Sabatucci (1′ st Ceppelini); Carlini, Giorico, Marcolini, Baraye (36′ st Kirilov), Torregrossa (1′ st Samb), Inglese. (Coletta, Zamparo, Possenti, Peli). All: Festa
VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Paroni; De Col, Cesar, Bianchi, Cecchini (44′ st Falcier); Volpe, Di Tacchio, Hamlili (16′ st Staiti); Vannucchi; Guerra (25′ st Argeri), Cori. (Otranto,Russo, Raggio Garibaldi, Beretta). All: Prina
ARBITRO: Baroni di Firenze
RETI: 8′ pt Guerra, 5′ st Inglese
NOTE – Giornata fredda e nevosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Marcolini, Bianchi, Baraye, Volpe, Cecchini. Espulsi: al 48′ st Vigorito e a tempo scaduto Meola per proteste. Angoli: 10-9 per la Virtus Entella. Recuperi: 0′ e 5′

hgfdeFinisce con un pareggio 1-1 la gara d’alta classifica tra Lumezzane e Virtus Entella. Nel primo tempo meglio gli ospiti – che non a caso trovano il vantaggio – mentre nella ripresa la reazione rabbiosa del Lumezzane basta solo per riacciuffare il risultato. Finisce con Marcolini in porta al posto di Vigorito espulso a pochi secondi dalla fine per proteste.
Parte male la squadra di Festa che patisce una maggior aggressività della Virtus Entella. Tanto che gli ospiti passano già all’8′: azione di contropiede, Cori si libera di Sabatucci – fallosamente – e mette in mezzo per Guerra che non sbaglia. Ospiti ancora pericolosi al 24′: uno-due tra Cori e Guerra con quest’ultimo che dal vertice sinistro dell’area piccola manda alto. La prima palla gol per il Lumezzane capita al 29′: invitante cross dalla destra di Carlini per Inglese che da buona posizione colpisce però malissimo. Due minuti dopo una conclusione dal limite di Giorico viene rimpallata dalla difesa dell’Entella.

Da registrare anche una conclusione (36′) dalla distanza di Marcolini: fuori mira. Lume ancora pericoloso al 43′, stavolta su punizione dal limite di Baraye con palla che sfiora il palo. Ad inizio ripresa mister Festa prova a cambiare qualcosa inserendo Ceppelini e Samb al posto di Sabatucci e Torregrossa. Il Lume pare avere un altro piglio, certamente molto più deciso. Al 3′ buona occasione per i rossoblù con Samb anticipato sotto porta su cross di Ceppelini. E’ la prova generale del pareggio. Che matura al 5′: su una respinta difettosa della difesa ligure è in agguato Inglese, che dal cuore dell’area fa partire un sinistro imprendibile per Paroni. Per l’attaccante di Vasto è il decimo centro stagionale. E’ un buon momento per il Lume che sotto i fiocchi di neve che ormai scendono copiosi, ha una bella opportunità per il bis con Ceppelini che però sbaglia tutto al momento del tiro.

Brividi per Vigorito al 31′ con Giorico che salva nei pressi della linea, su corner battuto dall’Entella. Sempre sugli sviluppi di un corner, padroni di casa pericolosi al 39′ con Inglese, che però manda alto. Un minuto dopo, Vigorito vola su una conclusione maligna di Di Tacchio. Ma è niente rispetto alla parata su Argeri nel primo minuto di recupero. Finale incredibile: agli sgoccioli del recupero viene espulso Vigorito per proteste, in porta (cambi esauriti) va capitan Marcolini che coi pugni respinge una punizione battuta dalla sinistra. Sempre per proteste, a tempo già scaduto, l’arbitro (contestata la sua direzione di gara dal quartier generale rossoblù) espelle anche Meola.

A fine gara capitan Michele Marcolini non nasconde il rammarico per il pareggio casalingo con l’Entella: “Sapevamo – le sue parole – che ci sarebbe servita una vittoria per portare avanti in un certo modo il discorso play off. Sappiamo che ora è difficilissimo arrivarci, ma non resta che giocarci il tutto per tutto nelle ultime gare con un po’ più di spensieratezza non avendo nulla da perdere”.

Sarebbe potuta essere una gran domenica per l’attaccante Roberto Inglese che con l’Entella ha firmato il decimo gol stagionale: “Sono contento, ma la mia gioia è dimezzata per quello che è stato il risultato. Con l’Entella credo sia passato il treno decisivo per provare ad acciuffare i play off. Peccato, abbiamo sbagliato l’approccio alla partita, cosa che ci è già successa. Ma non è il caso di tirare i remi in barca, proviamo a fare il possibile. Senza pensieri come ha detto anche il capitano”.

Così invece mister Gianluca Festa al quale la società aveva riconfermato la fiducia agli inizi della settimana. L’allenatore torna a sentirsi in discussione: “Io sono sereno perché so il grande lavoro che sto portando avanti con i ragazzi. E l’abbraccio della squadra dopo il gol del pareggio è la dimostrazione di molte cose. Ma so che eravamo e siamo tutti sotto osservazione. Vedremo che cosa deciderà chi è chiamato a valutare la situazione”.