APRICA – Nevicata sullo slalom gigante ricordando sei giovani morti

0

In questa stagione sciistica che ha appena ricevuto nuovo vigore dalla copiosa nevicata di ieri, domenica 17 marzo, e soprattutto di oggi, si è corsa in Magnolta l’ennesima gara tra le porte larghe. Un bello slalom gigante di 40″ disegnato dalla Scuola Italiana Sci e Snowboard di Aprica, intitolato alla memoria di sei compianti giovani di Aprica (5) e Corteno Golgi (1), morti tragicamente o in età ancora giovane.

Slalom gigante ApricaA giudicare dalla partecipazione, pur in una giornata meteorologicamente non favorevole, il ricordo dei sei ragazzi è stato ancora molto vivo e il rimpianto per averli perduti è sempre grande. Lo testimonia anche la partecipazione di alcuni loro famigliari che hanno voluto essere al parterre e alla cerimonia di premiazione, svoltasi direttamente in quota all’interno dell’ampio e gremito Ristoro Aprica.

Le vite spezzate in giovane età di Alessandro Moraschinelli, Stefano Cioccarelli, Paola Ambrosini, Giada Togni, Lorenzo Bianchi e Veronica Panatti sono stati lo spunto per rimpiangerne le calde personalità, ma soprattutto per far arrivare ai più giovani presenti, che magari non li hanno conosciuti, il messaggio che la vita è preziosa e che basta un nulla perché sia perduta.

Molto apprezzata da tutti anche la presenza del sindaco Carla Cioccarelli, che dopo aver gareggiato ha condiviso questa e altre riflessioni coi ragazzi. Il miglior tempo assoluto è stato fatto segnare dal maestro Attilio Barcella (39″ 98) e da Francesca Stampa (43″ 41).

CLASSIFICA FINALE