PESCHIERA – Gianna Nannini gira un video nell’ex carcere militare

0

Un luogo insolito quello scelto da Gianna Nannini per realizzare il sui primo video come cantante-regista: le celle ed i corridoi della Caserma XXX Maggio, l’ex carcere militare di Peschiera del Garda che, quindi, ha fatto da palcoscenico a ‘Nostrastoria’, il nuovo singolo dell’artista dopo ‘La fine del mondo’ firmato da Tiziano Ferro.

Gianna NanniniLa canzone parla di una passione amorosa che finisce con l’ingabbiare gli innamorati, mettendoli in gabbia. Una storia d’amore che diviene un labirinto, dalla quale gocciolano dolore e giochi d’egoismo. Quale scenario per il video di questa canzone? Gianna ha scelto proprio l’ex carcere di Peschiera, le sue desolate celle ed i suoi corridoi. Attraverso questo singolo l’artista ha dichiarato di voler narrare la vera natura dell’amore, qualcosa di malinconico e triste, proprio come l’ambiente carcerario.

Nel clip si assapora tutta questa malinconia, tra le grate delle celle e gli spazi angusti. Un’atmosfera desolante, oppressiva, carica di frustrazione, proprio come quella che, secondo l’artista, avvolge l’amore.

Del video Gianna Nannini sono è solo regista, ma anche protagonista: in veste di attrice, la cantante viene ripresa con un catena legata al piede. Firmato dalla Run Multimedia, il video è senz’altro forte, forte come il messaggio che attraverso lo stesso vuole essere trasmesso.

Di seguito il video di ‘Nostrastoria’: