RODENGO SAIANO – Tutela per l’ambiente: “La Rocca” e il Comune insieme

0

Si sta rivelando sempre più stretta e proficua la collaborazione che lega l’Amministrazione Comunale di Rodengo Saiano e i volontari del Gruppo di lavoro “La Rocca”.

Una cooperazione che ha preso spunto da un intento ben preciso del Comune: “In periodi come questi – spiega il sindaco Giuseppe Andreoli – nei quali gli enti locali hanno risorse sempre più limitate, diventa fondamentale incoraggiare e valorizzare il volontariato. Proprio attraverso questa preziosa risorsa, infatti, è possibile riuscire ad offrire alla comunità servizi che, in caso contrario, rischierebbero di essere fuori dalla portata dei fondi a disposizione. Questo, tra l’altro, senza dimenticare che coinvolgere la popolazione in attività di carattere sociale e pubblico costituisce un modo privilegiato per costruire qualcosa di positivo per il futuro”. Un messaggio che il Gruppo di lavoro “La Rocca” ha fatto suo nel più concreto ed entusiastico dei modi.

Rodengo Saiano normalNato nel settembre del 2011 il sodalizio ha subito coinvolto tante persone, venendo animato sin dalla sua fondazione dai rappresentanti di tutte le associazioni venatorie presenti sul territorio, volontari che si sono immediatamente trovati uniti e compatti nel portare avanti un programma tanto preciso quanto ricco di iniziative.

Duplice il programma seguito con grande voglia di fare dai volontari, impegnati da una parte nella tutela e nella salvaguardia dell’ambiente, ma pronti anche a svolgere un ruolo di informazione e didattico prezioso soprattutto per le nuove generazioni.

Nel lungo elenco delle iniziative portate avanti in questo modo dal Gruppo di lavoro “La Rocca” sono diversi gli esempi che meritano di essere posti al centro dell’attenzione. Tra questi si possono ricordare gli interventi eseguiti per ripulire il bosco, la creazione e la manutenzione di sentieri per gli amanti delle passeggiate nel verde e gli incontri e le presentazioni ornitologiche e geologiche che hanno suscitato grande interesse, soprattutto tra gli studenti di Rodengo Saiano.

Il tutto per un cammino molto intenso che si prefigge importanti obiettivi anche in chiave futura, come confermano l’intervento che porterà all’installazione di 30 casette per i pipistrelli (bat box), così da trasformare questi mammiferi alati in un prezioso alleato contro le zanzare, da una parte e l’organizzazione della “festa di primavera al Frantoio”, che tra la fine di marzo e l’inizio di aprile coinvolgerà l’intera comunità e uno dei luoghi più suggestivi del territorio di Rodengo Saiano nell’atteso passaggio alla bella stagione. C’è poi un progetto che rappresenta il vero e proprio fiore all’occhiello dei volontari franciacortini. Un’iniziativa che testimonia da sola la considerazione guadagnata in questo anno e mezzo di attività e la voglia di fare che anima l’intero gruppo, costituito da persone che si dedicano con grande passione all’ambiente e alla prosecuzione dei valori tradizionale dell’attività venatoria.

In effetti “La Rocca” si è assunta il compito di monitorare la cosiddetta zona rosa, una splendida area inserita nel Parco delle colline che fa parte del territorio di Rodengo Saiano. In questo autentico angolo verde i volontari hanno avviato il progetto di mantenere la selvaggina autoctona, curando e tutelando l’ambiente in modo tale da rilanciare il ciclo naturale della vita. Proprio in questo senso, ad esempio, è stato avviato l’inserimento sul territorio in questione della pernice rossa, uno splendido animale che era tipico del luogo, ma che poi, purtroppo, è scomparso.

I volontari hanno così avviato un programma triennale che mira alla ricostruzione dell’ambiente necessario alla ripopolazione della pernice rossa, hanno portato sul luogo i pulcini ed hanno provveduto all’approvvigionamento (con acqua, erba medica e cereali), preparando al tempo stesso un habitat confortevole e idoneo per la crescita dei piccoli.

Un intenso lavoro di preparazione destinato a restituire all’ambiente incantato della zona rossa il suo “volto” originario, quello che gli abitanti di Rodengo Saiano potranno tornare presto ad ammirare grazie ad un importante programma che si basa sulla forte “Rocca” del volontariato e della collaborazione.