BRESCIA – #Abstraction in AplusB, Max Frintrop espone il virtuale

0

Sarà inaugurata sabato 16 marzo alle ore 18, nella sede della galleria d’arte contemporanea AplusB di via Gabriele Rosa in città, la mostra “#Abstraction” di Max Frintrop. L’allestimento sarà aperto fino al 24 aprile il giovedì e sabato dalle 15 alle 19. Max Frintrop (Oberhausen, 1983) espone per la prima volta in Italia la sua ricerca pittorica in occasione di “#Abstraction” da AplusB contemporary art di Brescia.

Max FrintropSi tratta della sua seconda mostra personale dopo il diploma conseguito nella classe di pittura all’Accademia di Düsseldorf. Il progetto pensato per AplusB continua la ricerca dell’artista centrata sulla relazione tra gesto e composizioni di forze architetturali. Con il nuovo ciclo pittorico, appositamente eseguito per #Abstraction, l’artista affronta una fase stilistica del tutto inedita rispetto a quanto esposto nella mostra personale dal titolo “Ricochet” e presentata a Colonia (D) l’anno passato.

La ricerca di Max Frintrop rientra all’interno di una tendenza più generale in cui la pittura si relaziona con nuova sensibilità alle proprie componenti: la tensione compositiva, l’approccio coloristico, le radici culturali del mezzo utilizzato, la forte presenza antropologica del personale. All’interno di questo contesto l’artista riesce a proporre un mondo che contiene e descrive innumerevoli sfaccettature, e materialmente va oltre la presenza fisica del mezzo pittura rendendo vivi gli spazi della nostra esperienza.

#Abstraction si configura quindi come un luogo virtuale in cui le profondità, le vie di fuga e le concentrazioni acquisiscono un ruolo pari a quello di una composizione musicale tarata sulla esperienza di un’architettura industriale contenente spazi produttivi attivi. Una situazione in cui la violenza segnica coincide con l’intensità timbrica e il susseguirsi di piani coloristici strutturali evidenziano un’esperienza fondata sulla fisicità e sul noise di un’inevitabile produzione votata alla pesantezza, nell’epoca della leggerezza. L’ingresso alla mostra è libero.