BAGNOLO MELLA – “Inno alla vita” una serata per persone speciali con Rita Coruzzi

0

Venerdì 15 marzo, con inizio alle 20.30, la Sala Monsignor Piozzi di Bagnolo Mella ospiterà il primo di tre importanti appuntamenti .

rita coruzzi“Tre incontri – racconta il sindaco Cristina Almici – che vogliono presentare persone speciali, attraverso le quali parlare della vita e di integrazione, intesa non soltanto come accoglienza di chi arriva da altre nazioni, ma anche del rapporto con persone speciali per il loro modo di essere e per quello che riescono a trasmettere a tutti gli altri.

Tre serate che si apriranno con una figura tutta da scoprire come quella di Rita Coruzzi, scrittrice ventiseienne costretta su una carrozzina da una grave malattia, che racconta con i suoi libri il suo rapporto con il dolore e la sofferenza, ma anche il suo incontro con la fede e la gioia del rapporto con Dio, un inno alla vita e alla gioia che ha letteralmente conquistato tantissime persone in tutta Italia. Il ciclo proseguirà poi con la presentazione di una ragazza che nonostante l’handicap della cecità sta per diventare magistrato e con una mamma di due bambini affetti da malattie rare che è riuscita a raccontare e a valorizzare la sua esperienza”.

Tre serate assolutamente da scoprire che si apriranno, dunque, venerdì 15 marzo con l’emozionante opportunità di conoscere Rita Coruzzi, la sua vita e i suoi racconti. Tra l’altro le sue ultime opere, dal significativo titolo: “La morte non esiste” e “L’Unitalsi mi ha cambiato la vita”, hanno contribuito a farla conoscere alla grande ribalta nazionale insieme a “Grazie alla vita”, scritto con Magdi Cristiano Allam. La serata, presentata dall’assessorato alla cultura e da quello ai servizi sociali del Comune di Bagnolo Mella, sarà ad ingresso libero e come spiega l’assessore alla cultura Paolo Lanzani: “Si prefigge di far conoscere ai presenti un’esperienza molto forte, nella quale la vita e la sua sacralità, la gioia e la sofferenza si intersecano in maniera profonda in quello che, in ogni caso, si propone soprattutto come un grande inno alla voglia di vivere ed un senso di profonda gratitudine per tutto quello che l’esistenza stessa rappresenta e riesce sempre a regalare.

Io stesso ho avuto modo di seguire in televisione e su internet la vicenda personale di Rita Coruzzi e ne sono stato coinvolto a tal punto che mi sono ritrovato, quasi senza rendermene conto, a pensare a come sarebbe stato bello poter portare una persona di così grande valore anche a Bagnolo. Ne ho parlato con il sindaco Cristina Almici e con l’assessore ai servizi sociali, Sergio Fioletti, e così, grazie anche alla disponibilità della stessa Rita, questo sogno è diventato realtà. Una realtà che mettiamo con soddisfazione a disposizione di tutta la comunità bagnolese, invitando il maggior numero possibile di persone ad intervenire a questo incontro che sicuramente saprà regalare loro forti emozioni. La carica verso la vita e la gioia che la Coruzzi riesce a trasmettere sono davvero contagiose. Senza dubbio chi sarà con noi alla Sala Piozzi venerdì 15 marzo tornerà a casa accompagnato da nuovi sentimenti. E’ per questo che, nel ribadire la soddisfazione della nostra Amministrazione per essere riusciti a presentare questa iniziativa, colgo l’occasione per invitare il maggior numero di persone, anche di altri paesi, a partecipare a questa serata che rimarrà a lungo nella loro memoria”. Moderatore di questo primo incontro sarà il giornalista Tonina Zana.