BRESCIA – 37° Rally 1000 Miglia, la gara sarà in aprile tra tante novità

0

Sarà un volto nuovo quello del 37° Rally 1000 Miglia, seconda prova del Campionato Italiano Rally 2013, in programma dal 12 al 14 aprile. Un nuovo format di gara (nel rispetto delle nuove indicazioni di ACI-CSAI per tutte le gare tricolori) che però, nel caso specifico della gara “della freccia rossa”, guarda alla tradizione. Una tradizione che, in questo caso, rappresenta una delle eccellenze in ambito internazionale e che il Comitato Organizzatore costituito nell’Automobile Club Brescia tende a evidenziare anche per l’edizione di quest’anno, nonostante le scelte di Eurosport nel selezionare i partecipanti al Campionato Europeo di Rally abbiano privilegiato altre manifestazioni già inserite nella serie Internazionale IRC. Novità e tradizione saranno dunque i due cardini su cui si muoverà l’edizione, che non farà comunque mancare a piloti, squadre, addetti ai lavori ed appassionati molti argomenti di discussione sia sotto l’aspetto tecnico che sotto quello sportivo.

La gara entra nel “cuore” di Brescia
Il tricolore rally di quest’anno, più che mai, guarderà alla promozione degli eventi, per far arrivare il proprio “messaggio” sportivo e spettacolare a un pubblico di sempre più ampio respiro. Un’idea, questa, che è sempre stata sposata dall’Automobile Club Brescia per la propria gara: quest’anno si vuole aumentare l’impatto di comunicazione della gara e, per questo motivo, è stato scelto di posizionare la pedana di partenza e arrivo in Piazzale Arnaldo, ubicata a ridosso del centro storico di Brescia. La nuova location costituisce indubbiamente un contesto più che adeguato alla manifestazione, sia come spazi tecnici e logistici ma, soprattutto, perché si tratta della meta “storica” delle serate dei bresciani, una piazza piena di locali frequentatissimi a due passi dal “cuore” della città.

Gli orari previsti per partenze e arrivi lasciano presupporre una notevole cornice di pubblico ad applaudire i protagonisti di una gara che si preannuncia ad altissimo tasso spettacolare. Le partenze “tecniche” di entrambe le tappe, per agevolare a livello logistico sia gli equipaggi in gara che gli addetti ai lavori, avverranno dal Parco Assistenza (che sarà allestito, come nelle ultime edizioni, all’interno dell’Area Spettacoli Viaggianti, di circa 20 mila metri quadri di superficie) ubicata a soli 500 metri dal casello autostradale di “Brescia Centro” e a un solo chilometro dalla sede dell’Automobile Club Brescia, che ospiterà nuovamente la Direzione Gara e la Sala Stampa. Il passaggio sulla pedana in Piazzale Arnaldo è previsto in tre occasioni: il venerdì sera alle ore 20 circa (dopo aver effettuato la Prova Spettacolo, di ritorno a Brescia, con la presentazione di tutti gli equipaggi in gara sulla pedana di partenza e arrivo), il sabato sera dalle 19,15 (con il transito dei concorrenti della gara CIR e l’arrivo finale dei partecipanti alla gara TNR e Challenge di Zona, che si svolgerà solo il sabato) e la domenica alle 13 per la bandiera a scacchi finale.

Rally 1000 Miglia 2013Un percorso “light” ma sempre affascinante
Il particolare momento di difficoltà economica generale in Italia ha colpito anche il motorsport: per questo, gli organi della Federazione, insieme a tutti gli organizzatori degli eventi validi per il CIR 2013, hanno deciso di proporre manifestazioni che – pur mantenendo gli stessi standard qualitativi e di sicurezza – potessero guardare al contenimento dei costi ma, allo stesso tempo, riuscissero a dare un importante input di immagine alla disciplina rallystica. Per questo è stato deciso di prevedere le sfide tricolori (sempre strutturate su due giorni) nelle giornate di sabato e domenica e il Rally 1000 Miglia targato 2013 – benché più “concentrato” rispetto alle più recenti edizioni con validità FIA – sarà comunque impegnativo.

Quattro diverse Prove Speciali da ripetere in due occasioni e la “classica” Prova Spettacolo portano infatti il totale dei tratti cronometrati a un totale di 150,77 km distribuiti su un percorso di poco oltre 600 km. Il rally si snoda tra Valtrompia e Valsabbia e si presenta con un biglietto da visita accattivante. La prima tappa di gara offrirà, nel tardo pomeriggio di venerdì 12 aprile, il tradizionale “aperitivo” di quasi 5 km sulla pista dell’Autodromo di Franciacorta a Castrezzato e proseguirà l’indomani, sabato 13 aprile, con la disputa di ulteriori tre Prove Speciali (tutte da ripetersi in due occasioni) mentre la seconda tappa, nella mattinata di domenica 14, vedrà una sola Prova, anch’essa da ripetere due volte. Le Prove Speciali individuate dal Comitato Organizzatore sono le più celebri della gara bresciana: per la tappa 1 sono previste infatti la “Irma” (km 17,810), la “Pertiche” (km 26,560) e la “Moerna” (km 14.020), a cui si aggiunge l’insidiosa “Cavallino” (14,520 km) per la tappa 2.

Il programma
Le iscrizioni apriranno domani, mercoledì 13 marzo, e si chiuderanno venerdì 5 aprile e costituiranno il primo momento importante dell’evento che entrerà nel vivo giovedì 11 aprile con le ricognizioni del percorso, in programma dalle 8 alle 18, sotto la sorveglianza degli Ufficiali di Gara dell’AC Brescia e delle Forze dell’Ordine. Dalle 18,30 alle 24 sono previste le verifiche amministrative e tecniche nella sede dell’Automobile Club Brescia, seguite (dalle 20 alle 22) dalle ricognizioni della Prova Spettacolo. Per lo Shakedown, previsto per venerdì 12 aprile, è stata confermata la location di Botticino, a una decina di chilometri dal parco assistenza, lungo la strada comunale che porta a San Gallo.

Si tratta di un tratto di strada tutto in salita di circa 2,30 km che i concorrenti potranno utilizzare in due turni di svolgimento, il primo dalle 8,30 alle 11,30 (piloti prioritari ed iscritti al CIR) e un altro, dalle 12,30 alle 15, per tutti i concorrenti. La tappa 1 prenderà il via sabato alle 8,30 con arrivo intorno alle 20,15: dopo il primo passaggio sulle tre Prove Speciali previste (58,390 km), le vetture dei partecipanti torneranno a Brescia per le operazioni di assistenza e il cambio degli pneumatici. Stante la lunghezza del tracciato, come già negli anni scorsi, si è resa necessaria la predisposizione di un’area di refuelling supplementare in località Lemprato di Idro. La tappa 2 partirà invece alle 8 di domenica per concludersi alle 13: non è previsto il ritorno a Brescia tra un passaggio e l’altro della P .S. “Cavallino” in quanto saranno disputati solo 29,040 km di Prova Speciale. Per tutte le informazioni sulla gara è disponibile il sito internet.