ISEO – “Laghi senza barriere”: progetto di sostegno per i disabili

0

Un progetto di sostegno per i disabili, affetti da difficoltà motorie e mobilità ridotta è in attesa di essere approvato, un’idea che è stata proposta dall’associazione Active di Gussago e coordinato per il reperimento dei fondi dall’onorevole Giuseppe Romele, vicepresidente in Broletto e già approvata dai Comuni del lago d’Iseo, Garda e Idro.

Si tratta di realizzare attrezzature da posizionare in riva al lago, strumenti per facilitare l’ingresso in acqua a persone disabili.
Il progetto prevede la realizzazione di una struttura in legno, composta da servizi igienici, spogliatoi e vano per il rimessaggio di carrozzine a rotelle, salvagenti e ausilii idonei.
Utilizzabile dai disabili tramite l’uso di una tessera elettronica.download

Il progetto, denominato: “Laghi senza barriere” ha visto l’interesse dei comuni di Pisogne, San Felice del Benaco, Sirmione, Lonato e Idro.

Il presidente di Active, Marco Colombo, ha dichiarato in merito al progetto: “Buone pratiche in questo senso sono già state sperimentate su vari litorali marini in Italia e in Francia, a beneficio non solo dei portatori di handicap, ma anche degli anziani . Come mostra il sito www.handiplage.fr, si tratta di dotare le spiagge di scivoli, di carrozzine a rotelle galleggianti, boe sonore per gli ipovedenti. Un modello di ospitalità che include le persone in difficoltà e ne promuove la vita associata, attiva.

Prosegue Colombo, L’acqua di per sé è un elemento socializzante, non presenta ostacoli, è ideale per muoversi in libertà e, anzi, fare esercizi di fisioterapia e riabilitazione. Offrire le opportunità create da questa iniziativa determinerà sicuramente, per i Comuni virtuosi, ricadute positive in termini di immagine e di incremento delle presente turistiche”.

Per l’attrezzatura e i fondi necessari alla realizzazione di “Laghi senza barriere”, si stanno cercando finanziatori e sponsor privati che permettano al progetto di prendere il via.