DESENZANO – Nuovo bando per il chiosco del Vò

0

L’amministrazione comunale di Desenzano del Garda, guidata dal sindaco Rosa Leso, ha sospeso la procedura d’appalto che era stata avviata per l’assegnazione del chiosco del Vò per disporre una nuova assegnazione, il cui bando scadrà il prossimo 12 marzo.

Il nuovo bando ha visto in calo del prezzo: 10mila euro all’anno, anziché 25mila, ma al tempo stesso ha fissato delle linee guida che non potranno essere disattese. Il chiosco sorge all’interno di un parco ad interesse sovra comunale e mira a divenire un punto di ritrovo: per questo è stato revocato il precedente bando, giacché il vincitore stava predisponendo orari che di fatto avrebbero finito col tramutare il chiosco in una sorta di discoteca a cielo aperto, aperta, nella stagione estiva, fino alle 4 del mattino.

L’amministrazione desenzanese, come spiegato dal vicesindaco Rodolfo Bertoni, non ha apprezzato tale scelta e ha voluto dare un segnale diverso, soprattutto perché si tratterebbe di un punto di ritrovo che sorge nel bel mezzo del PLIS e del Monte Corno. Si è quindi deciso di abbassare il prezzo d’asta, ma al tempo stesso è stato imposto l’orario di chiusura: il chiosco non potrà tenere aperto oltre le 23.30. Secondo le intenzioni del Comune, infatti, esso dovrebbe essere un bar con destinazione sociale, un punto di aggregazione per le famiglie ma anche per i turisti, non un punto cardine della movida gardesana.