SEBINO – Per la sicurezza della Sebina Occidentale servono 73 milioni

0

Le frane accadute a novembre che hanno visto protagoniste la strada di Portirone e Castro sulla Sebina Occidentale, l’ex statale 469, hanno reso necessario un’incontro per discutere su come intervenire.

Il dirigente della Viabilità provinciale, Renato Stilliti, e il geometra Giuseppe Insinua hanno partecipato all’incontro in cui si è discusso dei lavori da intraprendere per la messa in sicurezza della careggiata che affianca la sponda bergamasca del Lago d’Iseo.imagesCASAQ2SE

L’incontro è avvenuto mercoledì 6 marzo, il risultato le analisi e gli studi di fattibilità effettuati hanno portato ad una conclusione: 73 milioni di euro.

I sindaci dei paesi interessati si sono presi del tempo per discutere e decidere come agire, e far sapere alla Provincia le loro decisioni o perplessità.

I soldi necessari per la sistemazione della strada litoranea sono molti, si tratta di mettere in sicurezza 17 chilometri, il tratto di strada più a rischio e pericoloso, il progetto prevede  la costruzione di due gallerie naturali, tratti artificiali aperti per non togliere la visuale e la posa di reti paramassi.