GARDONE – Una mostra per i 100 anni dalla nascita di Beppi Mino

0

La Comunità montana della Valtrompia, attraverso il Sistema dei Beni Culturali e Ambientali, e il Comune di Gardone promuovono la mostra “La poesia di Beppi Mino. Gardone Val Trompia attraverso i suo occhi”, dedicata ai lavori dell’artista gardonese nato il 13 marzo 1913 e scomparso il 29 giugno 2007.

Beppi Mino pittore gardoneseL’artista, che già da bambino mostrava inclinazione verso il disegno e la pittura, tanto da compiere poi la sua formazione a Brescia sotto i fratelli Tita e Giuseppe Mozzoni, nelle sue opere valorizza le figure che rappresentano i lavori della tradizione, gli scorci più caratteristici della Valtrompia e, in questo ambito, particolare attenzione dimostra verso la basilica di Santa Maria degli Angeli a Gardone.

In particolare, proprio dal disegno a inchiostro, datato 1972, che ricostruisce il complesso francescano di Santa Maria, di cui si celebra quest’anno il 29 settembre il cinquecentenario della consacrazione, nasce l’idea di un’esposizione, al fine di tutelare e trasmettere il ricordo e il rispetto del patrimonio storico del passato, significativo per l’identità culturale locale. La mostra verte sull’esposizione di disegni e dipinti inediti, presentati in originale, provenienti dalla collezione della figlia Carla ai quali si aggiungono opere di proprietà del Comune di Gardone.

Un viaggio alla riscoperta degli scorci caratteristici del paese gardonese attraverso i lavori di un paesaggista, pittore di atmosfere gardonesi. La mostra, allestita al complesso conventuale di Santa Maria degli Angeli in via San Francesco d’Assisi, sarà inaugurata mercoledì 13 marzo alle ore 17,30, centenario della nascita dell’artista (13 marzo 1913), e sarà poi visitabile, grazie alle aperture curate da “I gnari del convent”, fino al 31 marzo il venerdì, sabato e domenica con i seguenti orari: venerdì dalle 10 alle 12, sabato dalle 15 alle 18 e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

La mostra sarà quindi aperta anche domenica 24 marzo, quando il convento di Santa Maria degli Angeli sarà visitabile, come altri luoghi storico artistici di Gardone, in occasione delle Giornate FAI di Primavera, promosse dal Fondo Ambiente Italiano. Ciceroni d’eccezione saranno gli studenti degli istituti d’Istruzione Superiore “Carlo Beretta” di Gardone e “Primo Levi” di Sarezzo. Per maggiori informazioni si può contattare il Cup all 030.8337495, via mail e sul sito internet.

LOCANDINA DELLA MOSTRA

 

GUARDA IL NOSTRO VIDEO SU BEPPI MINO