SIRMIONE – Un concerto per ricordare Benedetta Bianchi Porro

0

Si avvicina il 50esimo anniversario di Benedetta Bianchi Porro, la giovane italiana dichiarata Venerabile dalla Chiesa cattolica per il comportamento e la fede mantenuti in vita nonostante le sofferenze. Nel dicembre del 1993, infatti, la Chiesa cattolica emise il decreto di introduzione alla causa di santità e, secondo l’uso consolidato, alla donna spetta il titolo di Venerabile, titolo che non comporta la possibilità di un culto pubblico ma che gode di molto rispetto perché viene dato dopo il decreto firmato dal Papa.

Sirmione Benedetta_Bianchi_Porro
Benedetta Bianchi Porro

Pur essendo una semplice studentessa, morta ventottenne, un vasto culto popolare ha esaltato le virtù eroiche di Benedetta Bianchi Porro nell’accettare le sofferenze toccatele in sorte, ed i paesi in cui è nata, Dovàdola, ed in cui è morta, Sirmione, sono divenute da tempo mete di turismo devozionale.

E così, per celebrare la donna, l’associazione Amici per Benedetta si sta già attivando per organizzare un ciclo di manifestazioni che si terranno a Sirmione, a Dovàdola e a Forlì. Tanto per cominciare, nella serata di domani, venerdì 8 marzo, Benedetta sarà ricordata nella cittadina lacustre con il tradizione concerto lirico in programma per la Festa della Donna. “Amore e potere nella musica di Giuseppe Verdi”: questo è il titolo dello spettacolo organizzato dall’associazione con il contributo del Comune e di numerosi sponsor. Franco Masseroni, presidente del Festival Ned Ensemble e direttore artistico ha preannunciato: “Abbiamo deciso di rendere omaggio al grande compositore di Busseto con un concerto lirico che vedrà coinvolte le più belle voci giovanili del panorama nazionale: perché Benedetta era anch’ella una giovane che amava la vita e la musica”.

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21 con ingresso libero.