CORTENO GOLGI – La Sky Marathon soffre la crisi ma continua la tradizione

0

Dopo alcune incertezze, dovute anche alla fine della collaborazione con Aprica come era avvenuto nei due anni passati, il Comune di Corteno Golgi, affiancato dalla Proloco e dal comitato organizzatore, ha deciso che la 18esima edizione del “Sentiero 4 Luglio SkyMarathon” si farà. Aprica fornirà un contributo e un importante supporto logistico e organizzativo, per cui è confermata la partenza dalla “cugina” località valtellinese.

ClickAlpsCome del resto sarebbe stato in ogni caso per via dell’accordo per l’inversione annuale del senso di gara. Tecnicamente la maratona del cielo e la mezza maratona, nella configurazione inaugurata col nuovo corso dal 2011, saranno come sempre al massimo livello. Dopo il rodaggio di due anni d’esperienza sui nuovi tracciati Aprica – Santìcolo di Corteno Golgi, le gare saranno ancora meglio allestite, con la correzione di lievi imperfezioni organizzative e la preparazione dei terreni di gara.

Quello che cambia, a causa delle ristrettezze economiche che hanno toccato sponsor ed enti pubblici, è l’aspetto dei premi. Una maggiore frugalità è divenuta d’obbligo e costringe l’organizzazione a tagliare di un quarto i premi in denaro. Da gara di skyrunning italiana più premiante in assoluto (fra le tre-quattro più generose al mondo), la maratona del cielo scende in questo senso di un gradino, riducendo a 16.470 euro i premi complessivi. Il presidente Tom Bernardi informa che, “contemporaneamente a ciò, si stanno anche studiando soluzioni che consentano ai partecipanti di risparmiare ulteriormente, sia per l’iscrizione, sia per l’alloggio.

Siamo certi che gli appassionati capiranno e che, scegliendo in tanti di venire per la prima volta o tornare a correre una grande gara, ci aiuteranno a mantenere viva la bella fiamma di un evento sportivo pionieristico nel panorama dello skyrunning”. Seconda prova di cinque del campionato italiano SkyMarathon 2013 della FISky (Federazione Italiana Skyrunning) l’evento avrà come caratteristiche tecniche essenziali la distanza di 42 km, un dislivello positivo di 3.090 metri e uno negativo di 3.370 metri, la massima quota a 2.744 metri (Cima Sèllero), 15 punti di ristoro, un cancelletto con tempo limite a Passo Sèllero (4h per i maschi e 4h 45 per le femmine). Tutti i dettagli saranno disponibili sul sito internet.